Specie Animali

Scegli tipologia:

Vive in stormi numerosi nelle savane e nelle foreste aperte del nord dell’Australia, in prossimità di punti d’acqua. Gould è il nome del naturalista inglese che nell’Ottocento portò in Europa questo splendido uccello.

Originario dell’Africa orientale (Etiopia, Kenya, Tanzania), vive in piccoli gruppi tra cespugli e alberi bassi.

Il coniglio nano è nato dalla selezione del coniglio selvatico (coniglio in garenna) originario dell’Europa meridionale; il suo addomesticamento è relativamente recente, risale, infatti, al XIX secolo quando fu incrociato con piccoli conigli polacchi. Ha riscosso da subito un grande successo come animale da compagnia, sia da parte dei più piccoli sia degli adulti.

Originario di Cile e Argentina, il conuro della Patagonia predilige vivere in prossimità dei fiumi, soprattutto se caratterizzati da sponde alte e sabbiose che sono il luogo ideale per nidificare. La sua esistenza è pericolosamente minacciata dal bracconaggio e dalla continua perdita di habitat.

Questo pappagallo vive nelle foreste del Sudamerica, in particolare nel Venezuela sud-orientale e nel Brasile settentrionale.

La cocorita, detta anche pappagallino ondulato, è originaria dei territori semidesertici dell’Australia centrale, dove vive in stormi e si sposta in base al clima e alla disponibilità di cibo. È il parrocchetto domestico più diffuso nel mondo.

È originario del Sudamerica, più precisamente delle regioni semidesertiche della Cordigliera delle Ande, tra 3000 e 5000 m di altitudine; è sempre stato cacciato per la sua magnifica pelliccia. Questo NAC è ancora poco diffuso in Italia.

L’antenato selvatico del canarino era originario delle isole Canarie. Importato in Europa nel XV secolo, il canarino è l’uccello da gabbia più popolare e diffuso nel mondo, in ragione della facilità con cui viene allevato, del suo carattere giocoso, del suo canto e delle innumerevoli varietà di colore e di forma.

Proveniente dalle regioni semidesertiche dell’Australia, dove vive in coppia o in piccoli gruppi, questo elegante pappagallo, di taglia medio-piccola, è sempre più richiesto dagli appassionati.

L’astrilde comune, detta anche astrilde di Sant’Elena, è presente sul territorio dell’Africa centrale e meridionale, particolarmente diffusa sulle isole dell’Oceano Atlantico (Sant’Elena, Capo Verde, São Tomé e Prínci­pe) e di quello Indiano (Maurizio, Seicelle). Vive in piccoli gruppi, preferibilmente nelle zone a erba alta e in prossimità di punti d’acqua.