Canarino

Origini

L’antenato selvatico del canarino era originario delle isole Canarie. Importato in Europa nel XV secolo, il canarino è l’uccello da gabbia più popolare e diffuso nel mondo, in ragione della facilità con cui viene allevato, del suo carattere giocoso, del suo canto e delle innumerevoli varietà di colore e di forma.

Caratteristiche e varietà

Il canarino è un passerotto ben proporzionato, dal becco corto e dalle zampe sottili. La distinzione del sesso si basa essenzialmente sulla voce: il maschio canta mentre la femmina cinguetta. La varietà selvatica presenta un piumaggio chiazzato di verde e bruno. A partire da incroci fatti con altri fringillidi (cardellino, lucherino, fringuello) o in seguito a mutazioni, sono state create una quarantina di varietà, che si distinguono per forme, piumaggi e addirittura per i diversi tipi di canto.
I canarini di colore: offrono un’ampia gamma di colori come giallo, bianco, grigio, arancione, rosso, isabella, cannella, verde, chiazzato ecc. Il loro piumaggio è liscio e setoso.
I canarini di forma e posizione: presentano forme originali (canarino bossù ossia gobbo, belga, bernese), un piumaggio particolare (cresta, piumaggio liscio e arricciato) o posizioni singolari.
I canarini da canto: sono quelli selezionati per la qualità del loro canto; si distinguono differenti timbri e sonorità da una varietà all’altra: sassone, malinois, timbrado, spagnolo ecc.
Taglia/peso: 10-18 cm a seconda della varietà; peso di 15-20 g.
Durata media della vita: 8-10 anni.

Ambiente

Il canarino è una specie socievole che può vivere in coppia o in piccoli gruppi (formati in giovane età) all’interno di gabbie rettangolari o voliere. L’esemplare singolo è sconsigliabile e, se lo si tiene solo, gli va data sempre molta attenzione. I maschi adulti non vanno messi insieme perché c’è il rischio di aggressività.
Lo spazio deve essere concepito in modo da permettere al canarino di volare e fare esercizio fisico (altalene e trespoli di vario diametro al fine di evitare le piaghe alle zampette). La gabbia va dotata di beverini a tubo, che mantengono l’acqua più pulita.
La forma della gabbia deve essere rettangolare e non rotonda; le dimensioni minime dovrebbero essere di 100x40x40 cm, ma sono consigliabili dimensioni maggiori.

Alimentazione

Mix di semi per canarini: scagliola con aggiunta di miglio, panico, niger, colza, ravizzone, canapa, lino, avena decorticata con aggiunta di semi di campo.
Questa alimentazione da sola non è bilanciata e va integrata con insalata verde, indivia, spinaci, frutta (mele, pere) da rinnovare quotidianamente; mais, patate, pane secco, fonti proteiche come uovo sodo, tonno naturale, larve di insetti, piselli e fagioli.
Ossi di seppia e gusci di ostrica tritati costituiscono un’importante fonte di calcio e di sali minerali.

Comportamento

Compagno vivace e socievole, non ama essere maneggiato e per questo non è indicato per i bambini; il canarino può essere ammaestrato facilmente e diventare molto amico del suo proprietario.

Riproduzione

Maturità sessuale: 5-8 mesi.
Periodo di riproduzione: primavera ed estate.
Numero di nidiate per anno: 2 o 3.
Numero di uova per nidiata: 4 in media.
Durata dell’incubazione: 13-14 giorni.
Uscita dal nido: 3 settimane di età.

Copyright © 2022 - Tutti i diritti riservati