Cincillà

Origini

È originario del Sudamerica, più precisamente delle regioni semidesertiche della Cordigliera delle Ande, tra 3000 e 5000 m di altitudine; è sempre stato cacciato per la sua magnifica pelliccia. Questo NAC è ancora poco diffuso in Italia.

Caratteristiche

20 denti a crescita continua che richiedono un’usura regolare data dall’azione di rosicchiare; 4 incisivi (2 superiori e 2 inferiori) fondamentali per afferrare e trattenere il cibo.
Ghiandole sebacee molto attive, ma prive di odore; la pulizia mediante bagni di sabbia è indispensabile al suo benessere e alla cura della sua folta pelliccia.
Le zampe posteriori più lunghe di quelle anteriori testimoniano la sua attitudine a saltare; i cuscinetti antiscivolo lo aiutano ad arrampicarsi, mentre la coda spessa e folta gli permette di mantenersi in posizione verticale. È un eccellente saltatore e arrampicatore che necessita di fare movimento regolarmente.
- Non va in letargo.
- Temperatura corporea: tra 36 e 38 °C.
- Peso: tra 500 e 800 g.
- Durata media della vita: supera i 10 anni e può arrivare fino a 20 anni (è il roditore più longevo).

Varietà

In natura la varietà più comune ha la pelliccia grigio chiaro. Molte altre varietà di colore sono state ottenute attraverso il processo di selezione: bianco, beige, con la testa nera ecc.

Ambiente

Gabbia molto spaziosa e sviluppata in altezza come una voliera (2mx2mx1m), organizzata su più livelli per permettere all’animale di arrampicarsi e saltare; non collocarla in ambienti surriscaldati, umidi e rumorosi. All’interno della gabbia va messa una lettiera di truciolato o di fieno fitto per permettere al cincillà di scavare la tana. Alla griglia della gabbia va appeso un abbeveratoio a biberon e all’interno mangiatoie sospese (per evitare che vengano sporcate con l’urina), tavolette e legnetti da rosicchiare (legno di alberi da frutto). Un vassoio con della sabbia è indispensabile per la pulizia e la cura della pelliccia. È necessario aggiungere anche una ruota di almeno 38 cm di diametro per permettere un’adeguata attività fisica.

Alimentazione

Fieno di eccellente qualità a volontà. Gli alimenti industriali specifici per cincillà vanno somministrati in porzioni adeguate, così come gli alimenti freschi che altrimenti causano diarrea. Evitare miscele di semi e frutta secca.

Comportamento

Attività crepuscolare e notturna. Questo animale può vivere da solo, in coppia o in piccoli gruppi se questi vengono costituiti prima della pubertà e se la gabbia è sufficientemente grande; tuttavia, la convivenza è spesso fonte di conflitti che possono degenerare in vere e proprie zuffe. Molto sensibile allo stress, il cincillà reagisce con la fuga o con comportamenti anomali, come strapparsi i peli; non deve essere preso con la forza, ma maneggiato con dolcezza e abituato gentilmente al contatto con l’uomo. Non è adatto ai bambini.

Riproduzione

Maturità sessuale: 3-5 mesi; primo accoppiamento per riproduzione non prima degli 8 mesi.
Periodo di riproduzione: da novembre a maggio.
Numero di figliate per anno: 1 o 2.
Durata della gestazione: circa 110 giorni.
Numero di nati per figliata: fino a 5.
Specie nidifuga: i piccoli cincillà nascono pelosi, provvisti di denti e con gli occhi aperti. Sono sin da subito molto attivi e svegli.
Età dello svezzamento: 6-7 settimane.
Determinazione del sesso: distanza ano-genitale maggiore nel maschio.

Copyright © 2022 - Tutti i diritti riservati