Skip to Content
image description
  • apertura Video

    I benefici del nuoto nel cane

    Il nuoto offre numerosi benefici per i cani, dal dimagrimento al potenziamento muscolare, dal gioco alla riabilitazione. È utile per cani con problemi neurologici o articolari, e per quelli in recupero da interventi o traumi gravi, poiché l’acqua riduce il peso corporeo e la pressione sullo scheletro. Inoltre, il nuoto è un’attività dolce ed efficace per la perdita di peso e rappresenta un ottimo momento di divertimento e connessione tra il cane e il proprietario. Nuotare con il proprio cane migliora la salute fisica dell’animale e rafforza anche il legame tra cane e padrone.

    Foto Francesca Garrone
    Il Veterinario Francesca Garrone
  • Se volete fare accoppiare Fido

    Il veterinario Francesca Garrone spiega qual è il momento adatto per fare accoppiare il proprio amico a quattrozampe. Che va scelto in funzione del periodo di fertilità della femmina. Per i cani non esiste un test di gravidanza prococe: bisogna ricorrere all’ecografia.

    Foto Francesca Garrone
    Il Veterinario Francesca Garrone
  • apertura Video

    Se Fido scuote troppo la testa

    Il tuo cane scuote la testa? Potrebbe essere otite! La forma più comune riguarda il condotto uditivo ed è l’otite esterna. E’ molto frequente nei cani, ma se trascurata può avere conseguenze anche gravi. Non sottovalutate i sintomi e portate l’animale dal veterinario, che con un esame otoscopico valuterà il grado di infiammazione e verificherà se ci sono corpi esterni, come i forasacchi.

    Foto Francesca Garrone
    Il Veterinario Francesca Garrone
  • apertura Video

    Se vuoi che il tuo pet diventi un donatore di sangue

    La trasfusione di sangue salva la vita dei quattrozampe proprio come quella degli umani. C’é biogno di animali donatori: se volete che il vostro pet lo diventi, innanzitutto deve essere docile per affrontare il prelievo, e poi va stabilito il suo gruppo sanguigno. Scoprite qui quali sono tutte le caratteristiche che deve avere, a partire dall’età e dal peso. Lo spiega il veterinario Francesca Garrone.

    Foto Francesca Garrone
    Il Veterinario Francesca Garrone
  • È il momento dei forasacchi, nemici di Fido

    I proprietari dei cani conoscono bene queste spighe di graminacee che attaccano l’animale perforandone la pelle. Possono venire inalate o entrare nel loro condotto uditivo esterno, o negli occhi. Quando siete all’aperto, cercate di evitare zone con queste erbe. Se il cane ne viene colpito, va portato subito dal veterinario.

    Foto Francesca Garrone
    Il Veterinario Francesca Garrone
  • apertura Video

    L’artrosi nel cane: sintomi e accortezze

    Come negli umani, questa patologia progressiva consiste nella degenerazione delle cartilagini articolari. A rischio sono i cani di grossa taglia e quelli anziani. Imparate a riconoscerne i sintomi e fatelo visitare dal veterinario. Intanto, mettete tappeti in casa perché non scivoli e non assecondatelo se non vuole uscire: muoversi un po’ gli è indispensabile per mantenere il tono muscolare.

    Foto Francesca Garrone
    Il Veterinario Francesca Garrone
  • apertura Video

    Anche il gatto che vive sempre in casa può avere le pulci

    Proprio così: e a portarle siete voi, con le vostre scarpe. Le pulci non si vedono e quando ve ne accorgete la casa è già infestata. Dunque state attenti ai sintomi che mostra il micio, come grattarsi o leccarsi con insistenza. La prova del nove è poi una polverina nerastra sul dorso, vicino alla coda. Utilizzate l’antiparassitario anche sul gatto, soprattutto in questa stagione calda.

    Foto Francesca Garrone
    Il Veterinario Francesca Garrone
  • Quando Micio beve troppo

    In genere, sembra che i gatti non bevano mai. In particolari circostanze, però, potreste vederlo bere in modo eccessivo. Non sottovalutate questo suo comportamento anomalo: potrebbe essere sintomo di qualche patologia. Lo spiega il veterinario Francesca Garrone.

    Foto Francesca Garrone
    Il Veterinario Francesca Garrone
  • apertura Video

    Le candele accese e il gatto “non vanno d’accordo”

    Fate attenzione: il micio è attratto dalla fiammella, ma la candela sprigiona un cono di calore che va verso l’altro. Per questo potrebbe bruciarsi le vibrisse, che sono un organo sensoriale importante per il suo orientamento. Ma anche le zampe sono a rischio, perché cercherà di toccare la fiamma. Se si ustiona, niente fai da te: portatelo dal veterinario.

    Foto Francesca Garrone
    Il Veterinario Francesca Garrone
  • apertura Video

    Se il tuo amico tossisce può avere i vermi polmonari

    La strongilosi polmonare è una patologia anche grave che colpisce i polmoni di cani e gatti. Viene trasmessa da vermi che i nostri pet possono ingerire ad esempio se mangiano una lumaca che ne è infestata: gli strongili passano così nel loro intestino e da qui attraverso il sangue arrivano ai polmoni. Non ci sono sintomi particolari, se non la tosse. Solo il veterinario può diagnosticarla, con una serie di esami specifici.

    Foto Francesca Garrone
    Il Veterinario Francesca Garrone
WordPress Ads