Le variazioni nel loro appetito

Elisabetta Scaglia, Medico veterinario | martedì 12 aprile, 2022
Alimentazione cane e gatto

La diminuzione o l’aumento della fame in cani e gatti possono avere molte cause sia di natura patologica sia fisiologica. 

Quando i nostri animali non stanno bene, spesso uno dei primi e più evidenti sintomi è un cambiamento nell’appetito, soprattutto inteso come diminuzione o scomparsa della fame (usando termini medici: disoressia e anoressia). La mancanza di appetito può essere dovuta a diversi fattori, ad esempio la presenza di febbre, di dolore o di nausea (spesso associata ad altri sintomi gastroenterici come vomito e/o diarrea). Anche alterazioni della funzionalità di alcuni organi, come reni e fegato, sono spesso responsabili di perdita dell’appetito.

La diminuzione di appetito non è però sempre sinonimo di patologia. Esistono, infatti, alcune cause fisiologiche che determinano un calo della fame: l’aumento della temperatura e dell’umidità ambientale, l’estro (fase in cui il cane femmina diventa fertile) e la vicinanza al parto, la scarsa attività fisica, l’aumento di peso, tutte le condizioni di stress, specie cronico, e i ritmi biologici stagionali (l’estate è un periodo in cui i nostri animali in genere mangiano meno).

Può mangiare di più anche per “imitazione”

Esistono poi alcune patologie che, al contrario, possono causare un aumento della fame e a volte anche della sete. Una di queste è il diabete mellito. Questa patologia, caratterizzata da alti livelli di glucosio nel sangue, non va trascurata perché può determinare gravi danni all’organismo. I sintomi classici sono polifagia (aumento della fame), polidipsia (aumento della sete), poliuria (aumento della quantità di urina prodotta) e dimagrimento. Questa può essere una patologia frequente negli animali sovrappeso o obesi. Infine, anche un aumento dell’assunzione di cibo può avere cause fisiologiche: perdita di peso, gravidanza e allattamento, convalescenza, diminuzione della temperatura ambientale. Variazioni non sono da escludere anche al cambio di stagione e infine il nostro quattro zampe potrebbe mangiare di più semplicemente perché condizionato da altri cani che gli mangiano vicino.

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: