Un sms solidale per salvare cani e gatti con LEIDAA

Redazione | giovedì 9 giugno, 2022

Fino all’11 giugno sarà possibile donare all’associazione 2 euro inviando un sms al numero 45594 o 5 e 10 euro, a seconda della compagnia telefonica, chiamando da telefono fisso.

Un aiuto subito per i cani e gatti randagi. È quello che chiede la Lega italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente (LEIDAA). Perché, fanno sapere dall’associazione guidata da Michela Vittoria Brambilla, «in pace o in guerra, in Italia o in Ucraina, i randagi sono sempre randagi e sono sempre gli ultimi tra gli ultimi». Tutti vivono alla giornata e per tutti il calore di una casa e l’affetto di una famiglia sono miraggi, in un deserto di quotidiana sofferenza. Nel nostro Paese, poi, si stima che i cani randagi siano tra 600 e 700 mila e i gatti più di due milioni e mezzo. «Se si riesce a toglierli dalla strada, però, molti animali, anche per la relativa scarsità di campagne d’adozione, rischiano di restare a vita, o comunque per molti anni, nei box dei rifugi. Canili e gattili però», sottolineano dall’associazione, «non devono essere la stazione finale per questi amici in cerca di famiglia, ma un nuovo inizio».

Ecco perché per sfamarli, curarli, trovar loro una casa, la LEIDAA chiede l’aiuto degli italiani. Fino all’11 giugno sarà possibile donare all’associazione 2 euro inviando un sms al numero 45594 o 5 e 10 euro, a seconda della compagnia telefonica, chiamando da telefono fisso. Ma non solo. Si potrà contribuire anche destinando il proprio 5×1000. Farlo è molto semplice: nella dichiarazione dei redditi basterà indicare il codice fiscale dell’associazione 02692940139 nell’apposito riquadro. «In tutta Italia i volontari della nostra LEIDAA sono impegnati ogni giorno dell’anno per difendere i quattro zampe da randagismo e maltrattamenti: li soccorrono sul ciglio delle strade, li curano, danno loro un tetto sotto cui ripararsi e trovano belle famiglie che li tengano per il resto della vita», evidenzia la presidente Brambilla. «Aiutaci a combattere contro l’indifferenza».

(Foto: LEIDAA)

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: