Non buttate le zucche di Halloween: possono diventare cibo per gli animali 

Alessio Pagani | martedì 1 novembre, 2022

Il "riciclo" vale solo, però, per quelle commestibili. Attenzione quindi ai tipi ornamentali, usati come decorazioni: queste zucche vanno scartate perché possono risultare tossiche.

In principio era una rapa, intagliata e trasformata in una mostruosa lanterna con cui proteggere la casa dai demoni e conosciuta con il nome di “rapa fantasma”. Con le migrazioni prima, e “l’importazione” della festa di Halloween negli Stati Uniti poi, il tubero si è tramutato in zucca, più grande, ma soprattutto più facile da lavorare: nacquero così le “Jack-o’-lanter’n, le zucche intagliate, arrivate anche alle nostre latitudini. Messe in mostra fino a ieri, le zucche di Halloween, però, già da oggi rischiano di cadere nel dimenticatoio o di andare sprecate. E di finire, il più delle volte, nella cassetta dell’umido della raccolta differenziata. 

Ai cani e ai gatti solo quelle edibili e ben cotte

Esiste invece la possibilità di utilizzarle di nuovo. E dare loro una seconda vita. Innanzitutto però è bene ricordare che, benché le zucche non siano tossiche per i quattrozampe, possono essere molto indigeste, soprattutto se mangiate crude. Evitate, perciò, che il vostro cane o il vostro gatto possa mangiarla per gioco o per golosità, con il rischio di avere una forte indigestione e dover correre dal veterinario. E se vogliamo farle assaggiare ai nostri amici, assicuriamoci che la zucca in questione sia di tipo edibile, e di cuocerla. Le varietà di zucca che si trovano nei supermercati e alimentari del nostro Paese, come la Cucurbita maxima, la Butternut, la Muschata e la Mantovana, non sono solo un piacere per il nostro palato, ma anche per quello dei nostri amici a quattro zampe. Unica precauzione, appunto, la cottura: loro potranno gustarle ridotte in purea, saltate in padella, cotte al vapore o al forno.

Possono diventare anche mangiatoie per uccellini

I cani, e gli altri animali, però non possono ingerire tutte le varietà di zucca. Quelle ornamentali, molto apprezzate come decorazioni autunnali, sono assolutamente tabù. Non sono edibili e al contrario sono altamente tossiche per gli animali.  Una volta certi, invece, che la nostra zucca sia commestibile, possiamo offrirla cruda come cibo ai piccoli uccelli, alle galline o agli altri animali di campagna. Basta tagliarla a pezzettini e portarla in una zona verde o in un bosco. Stesso discorso vale per polpa e semi. Gli animali selvatici apprezzeranno molto, soprattutto gli uccelli. Anche se i più appassionati di questo tipo di ortaggio sono i maiali.  Un altro utilizzo sostenibile per le nostre zucche di Halloween è rappresentato dalla possibilità di trasformale in piccole mangiatoie per uccelli. Sarà sufficiente scavarle completamente, asportare parte della calotta superiore e inserire all’interno della zucca i semi. In questo modo gli uccelli potranno sfamarsi tranquillamente e noi avremmo evitato uno spreco.  

(Foto d’apertura: @songbirdsurvival)

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: