Portare il cane in vacanza o lasciarlo a casa?

Chiara Suardi, Educatrice cinofila | venerdì 20 maggio, 2022
Portare il cane in vacanza o lasciarlo a casa?

Se il nostro cane è abituato a viaggiare, se sa adattarsi e se nel viaggio saranno comunque soddisfatti i suoi bisogni, possiamo decidere di portarlo con noi. Se non è così, meglio scegliere la pensione, preceduta da qualche periodo di prova per stare più tranquilli.

Avvicinandoci all’estate questa domanda sorge spontanea. Porto il cane in vacanza o lo lascio a casa? E ancora: il cane in pensione si sente abbandonato? La risposta come sempre dipende dal cane, dal suo grado di socialità, dall’abitudine a viaggiare e dal luogo di vacanza. Un albergo o residence a misura di cane deve avere tutti i requisiti per soddisfare appieno i suoi bisogni: un piccolo giardino, una rete o muretto attorno all’appartamento e la possibilità di portarlo in tutti gli spazi, anche in spiaggia. 

Come gestire il cane in vacanza

Un cane che viene con noi in vacanza teoricamente dovrebbe essere abituato fin da piccolo ai viaggi, all’incontro con persone e altri cani, nonché a essere disposto ad adeguarsi a situazioni anche molto diverse da quella di casa. Sono da privilegiare mete in cui ci siano molti spazi liberi, e possibilità di fare escursioni in mezzo alla natura. Va inoltre considerato anche il clima, ricordando che i cani hanno bisogno di temperature fresche. Viceversa, se optiamo per una pensione, perfetta per i cani che non abbiano le caratteristiche precedentemente descritte, assicuriamoci di visionare la struttura e il personale. I cani socievoli e che non hanno difficoltà con gli altri simili possono infatti stare in pensioni casalinghe, per gli altri meglio in un box. 

Pensioni per cani: quando è meglio il box

Sebbene l’idea del box possa far pensare al canile, per alcuni cani è estremamente rassicurante vivere in uno spazio sicuro dove non sia necessario interagire con altri e dove le attività sono organizzate su delle routine. Ad ogni modo, sia per le pensioni per cani con box che quelle senza è ben far precedere l’inserimento da qualche periodo di prova, in modo da assicurarci che il nostro cane si trovi a suo agio e in un posto conosciuto. Avendo già avuto esperienze positive in quel luogo lo saluteremo rilassati e ognuno vivrà positivamente la propria vacanza, sia portandolo con noi che lasciandolo a casa.

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: