Perché il cane abbaia? L’abbaio da paura

Chiara Suardi, Educatrice cinofila | martedì 7 giugno, 2022

L’abbaio da paura è composto di una lunga serie di abbai e si può riconoscere dal suo alto timbro. Lo stato più grave di paura è il panico in seguito al quale il cane può ringhiare e cercare di mordere. La paura tuttavia può essere superata attraverso un percorso di desensibilizzazione.

Tutti gli animali hanno paura, che può variare da una leggera preoccupazione a un vero e proprio stato di panico. Aumentando il livello di stress, il cane che non può fuggire usa la bocca e quindi l’abbaio per mostrare la propria paura.

Come riconoscere l’abbaio da paura

L’abbaio da paura è caratterizzato da un timbro alto ed è costituito da una lunga serie di abbai. Il cane è agitato, in continuo movimento, tende a sfogare lo stato di paura attraverso la masticazione e quindi la distruzione di oggetti. L’abbaio da paura è quello più punito (ingiustamente) perché è ha il timbro più alto. La paura nel cane può essere una semplice preoccupazione che scaturisce, ad esempio, verso oggetti sconosciuti, tipo un sacchetto di plastica che si muove col vento. Se succede, avviciniamoci e accarezziamo l’oggetto, la curiosità del cane prenderà il sopravvento. Nel caso di uno spavento, il cane si limiterà a un forte sussulto: rimaniamo calmi e la situazione si sistemerà. In caso di paura vera e propria il cane ringhierà, morderà e cercherà di scappare: in questa situazione occorre allontanarsi subito. Il caso più grave, infine, è il panico: occorre riuscire a portare via il cane prima che abbia una crisi. Spesso i cani in preda al panico tendono a sfilarsi la pettorina o cercare di mordere, è come se fossero sconnessi dalla realtà.

Di cosa hanno paura i cani?

I cani possono aver paura di molte cose tra cui stare da soli, i forti rumori improvvisi, il comportamento minaccioso di persone o cani e gli atteggiamenti di ira e aggressività nell’ambiente domestico. La paura si può manifestare in un cane con più predisposizione a impaurirsi ma si esprime attraverso esperienze ed associazioni, motivo per cui può essere superata. La tecnica per superare gli stati di paura è la cosiddetta desensibilizzazione sistematica del cane. Si inizia il training ad una distanza tale per cui la cosa che lo spaventa non risulti minacciosa; successivamente, ci si avvicina poco a poco allo stimolo in modo da non creare tensione nel soggetto: se questo rimane calmo, sarà premiato, fino ad arrivare a osservare da vicino la cosa che gli fa paura. È una procedura complessa, e per eseguirla è meglio rivolgersi a un professionista (veterinario comportamentalista o terapeuta cinofilo). Consulta la nostra scheda razze per scoprire  maggiori informazioni sui nostri amici a quattro zampe.

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: