Basta aninali al circo: arrivano gli ologrammi

Alessio Pagani | giovedì 2 giugno, 2022

L’idea è del Circo Roncalli che porta in scena elefanti, cavalli e pesci ricreati con la grafica digitale e proiettati al centro della pista. Innovazione animalista che attrae più pubblico degli show tradizionali.

Basta leoni, tigri ed elefanti nei circhi. Lo chiedono gli italiani. Secondo il Rapporto Italia Eurispes 2022, 8 su 10 pensano, infatti, che gli animali non debbano essere utilizzati negli spettacoli. «Ancora una volta», afferma Carla Rocchi, presidente nazionale Enpa, «si conferma che gli italiani sono molto più avanti e più sensibili ai temi etici che riguardano il benessere degli animali rispetto alle istituzioni. Da anni poi Enpa combatte in sedi istituzionali e nelle piazze per mettere un punto all’uso degli animali sotto i tendoni, così come ad ogni forma di sfruttamento. Una scelta già presa in moltissime parti di Europa dove ogni giorno cresce il numero dei Paesi che già hanno detto no agli animali nei circhi». Ancora una volta, secondo l’Enpa, «gli italiani si sono espressi ed è il momento di agire: occorre intervenire con tempi certi e brevi e vietare definitivamente l’utilizzo degli animali nelle esibizioni, una forma di sfruttamento che troppo spesso rappresenta un pericolo per la sicurezza degli animali e delle persone e che è inaccettabile». Anche perché spettacoli diversi sono possibili. Senza rinunciare all’emozione e alla magia.

Lo dimostra il Circo Roncalli, attività itinerante tedesca, fondato nel 1976 da Bernhard Paul e André Heller, che ha scelto di ricorrere agli ologrammi per sostituire gli animali nei suoi spettacoli. Così, grazie a un sofisticato sistema di proiettori, luci e computer grafica, elefanti, pesci e cavalli appaiono in tre dimensioni in tutta la loro imponenza. Animando gli show con luci ed emozioni che solo gli effetti speciali sanno ricreare. Senza gabbie e domatori, senza costringere animali selvatici a vivere in cattività e a esibirsi. Con undici diffusori di immagini collocati strategicamente attorno alla pista, però, elefanti, animali marini e cavalli scendono ancora in pista, con  evoluzioni straordinarie, realistiche e fantasiose. Senza però essere reali. Uno show che ormai è diventato il marchio di fabbrica di questo circo e che richiama molti più spettatori delle tradizionali performance di un tempo.

(Foto: @circustheaterroncalli)

Copyright © 2022 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: