Come conservare correttamente le crocchette

Sara Bovio | lunedì 2 maggio, 2022

Le crocchette mal conservate presentano rischi per la salute dei nostri animali da compagnia. Occorre quindi evitare errori comuni e adottare semplici precauzioni per conservare correttamente le crocchette.

Le crocchette per cani e gatti sono un cibo pratico e di successo che richiede però la massima attenzione nella conservazione per preservare la qualità del prodotto e soprattutto evitare rischi per la salute dei nostri animali. Una volta aperta la confezione, gli ingredienti a base di carne vengono a contatto con l’aria, che avvia un processo del tutto naturale di ossidazione e deterioramento delle crocchette. Questo processo può però favorire, soprattutto nei periodi caldi e umidi, la proliferazione di muffe e batteri che causano alterazioni del sapore del cibo, perdita di vitamine e minerali e possono determinare problemi digestivi, diarree di varia gravità e mal di stomaco. Se nella confezione sono entrati degli insetti, ciò potrebbe generare anche delle infezioni. Per questa ragione, oltre alla data di scadenza, è necessario prestare la massima attenzione alla conservazione del cibo dei nostri animali.

Cosa evitare per conservare le crocchette più a lungo

È importante ricordare di non lasciare la confezione di crocchette aperta ed evitare di conservarla in ambienti caldi, freddi o umidi. Un altro errore da non compiere è sicuramente quello di travasare le crocchette in uncontenitore di plastica, poiché a contatto con questo materiale l’alimento potrebbe perdere sapore e odore diventando meno appetibile. Infine, è opportuno non acquistare confezioni troppo grandi, in quanto le crocchette si conservano al massimo un mese dopo l’apertura dell’imballaggio. 

Scadenza delle crocchette

Le precauzioni per una buona conservazione delle crocchette consistono, di conseguenza, nel preferire le scadenze più lunghe, ad esempio un anno, e acquistare solo la quantità necessaria per un mese. I prodotti vanno conservati a temperature inferiori ai 35 °C e superiori ai 15 °C, preferibilmente in casa. È possibile, infine, utilizzare contenitori ermetici in plastica ma sufficientemente grandi per contenere anche l’imballaggio originale. 

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: