Cani e gatti vegani: è possibile?

Sara Bovio | lunedì 27 giugno, 2022

Le diete prive di carne possono causare danni, anche gravi, alla salute degli animali domestici, soprattutto dei gatti. Ma anche nel caso dei cani la dieta vegana espone l’animale a dei rischi e deve quindi essere attentamente controllata da un veterinario nutrizionista.

Glianimali domestici, in particolarei gatti, hanno esigenze dietetiche diverse dagli esseri umani. Mentre può essere adatta per alcune persone, quindi, somministrare una dieta vegana a cani e gatti è molto più complicato.

I gatti possono essere vegani?

I gatti sono carnivori obbligati:devono mangiare carne perché sono incapaci di convertire o sintetizzare alcuni aminoacidi e vitamine essenziali che mancano nelle diete a base vegetale. I gatti a cui vengono fatte adottare diete vegane soffrono di mancanze nutrizionali che possono causare ai gatti problemi di salute gravi e persino fatali, tra cui insufficienza cardiaca, anomalie al sistema nervoso e cecità.

Inoltre, i gatti non sono in grado di utilizzare i carboidrati per produrre energia, al loro posto usano le proteine che rischiano così di diventare insufficienti per i fabbisogni del corpo e causare altri rischi per la salute. Eliminare la carne e i prodotti di derivazione animale dalla dieta del gatto potrebbe, quindi, essere dannoso per la sua salute.

Quali differenze ci sarebbero tra un cane e un gatto vegano?

I cani discendono dal lupo e in principio erano solo carnivori, ma poiché si sono evoluti vivendo accanto all’uomo, hanno acquisito la capacità didigerire anche cibi diversi dalla carne. I cani si sono quindi adattati a una dieta onnivora e riescono a estrarrein modo efficiente i nutrienti di cui hanno bisogno sia dalla carne sia dai vegetali, a differenza dei gatti. Hanno inoltre la capacità digestiva di sintetizzare, partendo da altre sostanze nutritive, alcuni aminoacidi e vitamine necessarie per l’organismo. Queste caratteristiche consentono di nutrire i cani con unadieta vegana ma rispettando un principio fondamentale: la dieta deve essere scrupolosamente equilibrata e soddisfare i bisogni nutrizionali e di salute dei cani che cambiano in base alla loro età. È fondamentale, quindi, evitare il fai da te e rivolgersi invece a un veterinario nutrizionista.

In conclusione, tra le due specie è più consigliabile evitare una dieta vegana per i gatti che per i cani. Ma, se si volesse assolutamente condividere le proprie abitudini alimentari vegane con un animale domestico, il consiglio è quello di preferire un coniglio o una cavia che di certo sarà felice di una scelta di vita vegana.

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: