Di che gruppo sanguigno è il tuo amico a quattro zampe?

Sara Bovio | lunedì 11 aprile, 2022

Conoscere il gruppo sanguigno del proprio animale da compagnia è fondamentale nel caso abbia urgente bisogno di una trasfusione: basta sottoporlo a un semplice test ambulatoriale.

Come noi, anche i nostri amici pet possono ritrovarsi in circostanze in cui hanno urgente bisogno di una trasfusione di sangue che può salvare loro la vita. La trasfusione ha lo scopo di mantenere la normovolemia (massa sanguigna in circolazione) in caso di forte emorragia, di compensare certe anemie o di fornire fattori di coagulazione in caso di deficit di vitamina K. A seconda dell’affezione da curare, si utilizzerà sangue intero oppure plasma fresco o congelato. Esattamente come l’uomo, anche cani e gatti hanno i loro gruppi sanguigni e bisogna fare attenzione alla compatibilità nel momento di fare una trasfusione, per evitare di scatenare reazioni immunitarie nei confronti di sangue estraneo, molto pericolose per l’animale già in difficoltà.

Quanti sono i gruppi sanguigni in cani e gatti

I principali gruppi sanguigni dei cani sono sette e vengono indicati con una sigla – Dea (Dog Erythrocyte Antigen) – seguita da numeri (1, 3, 4, 5 e 7). A questi si aggiunge un gruppo sanguigno scoperto più di recente, denominato Dal, comune nei cani di razza Dalmata. I Dea 1 negativi possono ricevere sangue solo da altri Dea 1 negativi, mentre i Dea 1 positivi possono riceverlo sia da positivi che da negativi. Per evitare reazioni gravi nei cani sottoposti a trasfusione, è importante sapere se il gruppo Dea 1 è positivo o negativo ed effettuare dei test di compatibilità crociata per evidenziare la presenza di anticorpi rivolti agli antigeni degli altri gruppi sanguigni del cane, sia nel donatore sia nel ricevente. I cani Dea 1.1 negativi sono considerati donatori universali. Il gatto presenta un solo sistema di gruppo sanguigno, il sistema AB, nel quale si distinguono tre gruppi: A, B e AB (a volte indicato come C). Il 99% dei gatti comuni europei ha sangue del gruppo A. Il gruppo B è diffuso soprattutto in alcune razze (ad esempio British Shorthair, Birmano, Ragdoll) mentre l’AB è molto raro. La determinazione del gruppo si effettua tramite rapidi test ambulatoriali ed è di fondamentale importanza in caso di donazione. 

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: