Non ce l’ha fatta lo stambecco che aveva ingoiato una scatoletta di tonno 

Alessio Pagani | mercoledì 31 agosto, 2022

L’animale era stato soccorso dai vigili del fuoco e del veterinario, con una delicata operazione effettuata al Lago di Sorapis, a circa 2000 metri di quota sulle Dolomiti. Ma era troppo debilitato e non è riuscito a riprendersi.

Lo stambecco soccorso perché trovato con una scatoletta di tonno in bocca è morto. Dopo essere stato aiutato domenica scorsa da una guardia provinciale di Belluno e da un veterinario al lago di Sorapis, l’ungulato non ce l’ha fatta: il suo corpo è stato trovato durante un controllo. All’origine del decesso la grande debolezza dell’animale, denutrito perché impossibilitato a mangiare per lungo tempo. Con l’intervento che aveva permesso di liberarlo dalla scatoletta conficcata in gola, il veterinario aveva ipotizzato una possibile, anche se difficile, ripresa dell’animale. Così purtroppo non è stato. Si trattava di uno stambecco maschio di dieci o undici anni di età che, prima di trovarsi con lingua e mandibola bloccate, era in buona salute tanto che si sperava in un suo recupero. Si è chiuso così nel peggiore dei modi il tentativo di salvataggio dell’animale, vittima di un rifiuto abbandonato  probabilmente da qualche escursionista. Per lui si erano mossi i Vigili del Fuoco con l’elicottero “Drago 139”, un veterinario e una guardia provinciale.

Dopo aver anestetizzato l’animale, il veterinario era riuscito a togliere dalla bocca la lattina, ormai arrugginita, che impediva il movimento della lingua e di conseguenza rendeva impossibile all’animale nutrirsi. Non c’erano danni gravi alla bocca e alla lingua dello stambecco, che così aveva potuto essere medicato senza alcuna complicazione apparente. Passato l’effetto dell’anestetizzante si era infatti rimesso in piedi, osservato dal team di soccorso, e aveva ripreso a muoversi da solo per i boschi delle Dolomiti. Due giorni di speranze, interrotti bruscamente dal ritrovamento del suo corpo, ormai privo di vita.

(Foto: Vigili del Fuoco)

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags:
Potrebbe interessarti anche