Le aquile di Bonelli volano nei cieli della Sardegna

Alessio Pagani | mercoledì 17 agosto, 2022

Sono 33 gli esemplari di aquila di Bonelli rilasciati nei cieli dell'Isola, come previsto dal progetto “Aquila a life” avviato nel 2018 per reintrodurre questa specie.

Con l’ultimo rilascio a luglio, nel territorio tra Bosa e Montresta, tutti gli esemplari di aquila di Bonelli che dovevano essere liberati sono in volo nei cieli della Sardegna, così come previsto nel progetto “Aquila a life”. «Nel 2022, grazie a questo piano di ripopolamento sono arrivate in Sardegna sette aquile, cinque dalla Spagna e due dalla Sicilia, poi rilasciate in Planargia», ha ricordato l’assessore della Difesa dell’ambiente, Gianni Lampis. «Nell’area di rilascio, selezionata da Ispra e Forestas, soggetti supervisori dell’operazione di ripopolamento, è stata predisposta un’apposita grande voliera di preambientamento, dove gli esemplari sono stati costantemente monitorati ed “allenati” alla vita in natura, trascorrendo, prima del rilascio, un periodo di adattamento».

Dopo la liberazione le aquile vengono comunque seguite da vicino grazie a speciali trasmettitori Gps, così da poter intervenire in caso di necessità e identificare gli habitat e i siti idonei per questa specie. Il progetto di reintroduzione dell’aquila di Bonelli in Sardegna ha preso il via nel 2018 e, finora, ha visto il rilascio in natura di 33 esemplari: 13 sono tuttora monitorati via Gps, mentre di 9 si sono persi i segnali. I dati inviati e capatati, però, sono serviti a comprendere meglio sia il comportamento, sia le abitudini, contribuendo a migliorare le conoscenze riguardo la biologia e l’ecologia di questa specie. Per esempio, la propensione, nei primi anni di vita, a frequentare zone umide, dove le aquile si stabiliscono per lunghi periodi e trovano diversità e abbondanza di prede, confermando l’incapacità di predare animali di grandi dimensioni e prediligendo cornacchie, uccelli aquatici e, più raramente, altri rapaci come la poiana.

(Foto d’apertura: @javipozaswildlife)

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags:
Potrebbe interessarti anche