“Estintopedia”, conosciamo le specie perdute per salvare quelle a rischio

Redazione | mercoledì 25 maggio, 2022

Arriva in libreria affascinante albo illustrato dedicato agli animali estinti e in pericolo firmato da Serenella Quarello, con le illustrazioni di Alessio Alcini e la revisione scientifica di Marco Ferrari.

Un’esplorazione tra le specie animali che abbiamo perduto e quelle che ancora possiamo salvare. Un tema attualissimo, che si lega al dibattito sui cambiamenti ambientali, ma anche alle nuove tecniche di genetica. Dalle storie dei più celebri ultimi esemplari, come la colomba Martha o George, la lumaca più sola del mondo, agli estinti più o meno noti, come il dodo, il tilacino, fino ai “ritrovati” come il rospo arlecchino della notte stellata o l’opossum pigmeo di montagna. C’è questo e tanto altro in “Estintopedia”, un affascinante albo illustrato dedicato agli animali estinti e in pericolo, firmato da Serenella Quarello, con le illustrazioni di Alessio Alcini e la revisione scientifica di Marco Ferrari. Edito da Camelozampa, il volume indaga le cause dell’estinzione e porta all’attenzione del pubblico la meravigliosa diversità degli animali che ancora possiamo salvare, come l’ayé ayé, un piccolo primate conosciuto anche come il folletto del Madagascar, o l’inia, il delfino rosa delle Amazzoni. Le raffinate immagini di Alessio Alcini, talentuoso illustratore alla sua opera prima, fanno immergere il lettore in atmosfere che ricordano i manuali ottocenteschi di zoologia e le Wunderkammer, le fantastiche camere delle meraviglie dove i collezionisti erano soliti conservare raccolte di oggetti straordinari.

Serenella Quarello, affermata autrice per ragazzi, conquista con la grande ricchezza di storie e informazioni, che stimolano la curiosità e la voglia di saperne di più su animali meno noti, ma anche sui più celebri casi di specie in via di estinzione, come il panda o la tigre. L’obiettivo del volume è chiaro: invitarci a fare la nostra parte per proteggere le specie a rischio. «Perché così come sono quasi sempre i comportamenti umani la causa delle più recenti estinzioni, nello stesso modo», sottolineano da  Camelozampa, «piccole azioni che tutti possiamo compiere nella nostra quotidianità possono aiutare a salvare gli animali in pericolo».

(Foto: Camelozampa)

Copyright © 2022 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags:
Potrebbe interessarti anche