Ecco Regina, l’elefantina che omaggia Elisabetta II  

Alessio Pagani | martedì 11 ottobre, 2022

Il nome della cucciola è stato scelto dallo zoo di Whipsnade in onore della sovrana scomparsa. Proprio The Queen nel 2017 aveva conosciuto Donna, la mamma della cucciola, e si era intrattenuta con lei offrendole una banana.

Si chiama Nang Phaya (pronunciato “nang-pie-yah”), una parola thailandese legata agli animali che significa Regina. E non è casuale. Il nome di questa elefantina dello zoo di Whipsnade, struttura situata vicino a Dunstable nel Bedfordshire, in Inghilterra, è infatti un omaggio a Elisabetta II, la sovrana più longeva di sempre. Lo hanno deciso i conservatori del parco, insieme con il team di ricerche che lavora proprio in Thailandia nella protezione degli elefanti asiatici. Del resto la storia di questa piccola è legata direttamente all’indimenticata monarca britannica. A partorire Regina, infatti, è stata mamma Donna, che Sua Maestà incontrò personalmente nel 2017, il giorno dell’apertura della speciale area dedicata ai pachidermi.

In quell’occasione venne anche scattata una fotografia passata alla storia: la regina Elisabetta che offriva a Donna una banana e l’elefantessa intenta ad afferrarla dolcemente con la proboscide. Scatto talmente apprezzato dalla Corona da essere poi utilizzato per il biglietto ufficiale con gli auguri di Natale di quell’anno.

«Chiamarla Nang Phaya», spiegano dallo zoo, «ci è sembrato il modo perfetto per rendere omaggio a Sua Maestà e per ricordare il suo impegno come sostenitrice di questa struttura. È anche l’occasione per celebrare il famoso incontro con Donna, che è servito a sensibilizzare tutta l’opinione pubblica sulle minacce che subiscono le mandrie di elefanti asiatici in Thailandia a causa della perdita dell’habitat». Con solo settemila esemplari rimasti nel sud-est asiatico, questa specie di elefanti è classificata infatti “in via di estinzione” e sono proprio i cuccioli come Regina a rappresentare una speranza per il futuro.

«Sicuramente Regina è una leader in divenire: è energica e giocosa, si arrampica ovunque e corre intorno all’habitat degli elefanti, mentre sua madre Donna, nonna Kaylee e il resto del branco cercano di tenere il passo», sottolinea Stefan Groeneveld, responsabile della custodia degli elefanti. «La “piccola” pesa ormai più di 160 chili e ingrassa di circa un chilo al giorno. E tutti speriamo che in futuro sarà una matriarca davvero speciale». Con una storia lunga come quella di The Queen.  

(Foto: ZSL Whipsnade Zoo)

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags:
Potrebbe interessarti anche