Viaggiare in aereo con il proprio animale domestico si può, ma ogni compagnia ha regole diverse

Daniela Bilanzuoli | giovedì 28 luglio, 2022

Quando si decide di prendere un volo con il proprio cane o gatto ci sono alcune regole che vanno rispettate. È bene informarsi su tutto ciò che occorre prima di preparare le valigie!

Con l’arrivo delle vacanze, chiunque abbia un cane o un gatto si chiede se questo potrà viaggiare in aereo. La risposta è sì: viaggiare con il proprio animale domestico è possibile, sia in caso di tratte brevi che in caso di tratte medio-lunghe. Bisogna, però, fare una valutazione anche in base al caso specifico: ad esempio, è bene fare attenzione quando si decide di volare con un cane di razza brachicefala, tipo il Carlino o Bulldog, perché questi sono più a rischio di problemi respiratori e accumulo di calore corporeo. 

Quando si decide di partire con l’aereo, bisogna sempre accertarsi che la compagnia con la quale si vola accetti a bordo gli animali domestici: di solito, sui voli low-cost, è vietato portare con sé cani e gatti, ad eccezione dei cani d’assistenza. Le principali compagnie low-cost non accettano animali né in cabina né in stiva, ad accezione di cani guida. Rispetto al passato, però, molti vettori aerei sono diventati “pet friendly” e permettono ai quattro zampe di volare: tra questi citiamo Ita Airways, Vueling, Lufthansa e Volotea.

Una volta accertata la disponibilità della compagnia, è necessario informarsi sulle regole imposte per viaggiare in aereo con il proprio animale: è fondamentale portare con sé i suoi documenti in corso di validità e controllare che il trasportino sia della misura standard consentita a bordo. 

Per volare all’interno dell’Unione Europa, gli animali devono essere muniti di passaporto con le vaccinazioni che attestino il loro stato di salute. Per i viaggi intercontinentali, invece, è bene informarsi per tempo sulle disposizioni del Paese di arrivo, in quanto le regole variano in base alla nazione.

Generalmente, ai cani di piccola taglia è permesso stare in cabina con i propri padroni, all’interno del trasportino posto sotto il sedile del passeggero. I cani di media e grossa taglia, invece, viaggiano in stiva all’interno del kennel, una sorta di trasportino più grande, ma non bisogna preoccuparsi: si tratta di un ambiente riscaldato come la cabina, con temperatura e pressione controllate per non essere dannose.

Indipendentemente dalla destinazione e dalla compagnia aerea, si consiglia di verificare per tempo la disponibilità, in quanto su molti voli accettano un numero limitato di animali. Prima di partire, ricordarsi di portare con sé anche tutti gli oggetti indispensabili al benessere del pet: non solo acqua e cibo, ma anche eventuali farmaci, una copertina e il suo gioco preferito.

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: