Peggy punta al titolo di cane più brutto del Regno Unito

Redazione | mercoledì 25 gennaio, 2023

Il concorso la vede già come vincitrice annunciata. Ma al di là dell’aspetto è un quattrozampe capace di conquistare tutti.

Bella non è bella. Ma che sia speciale nessuno può metterlo in dubbio. Ecco a voi Peggy, un probabile incrocio tra un carlino e un cane crestato cinese. Probabile perché nessuno ne ha la certezza. Di sicuro, però, Peggy “The Pugese”, nome che deriva dal gioco di parole tra i nomi inglesi delle due razze da cui sembra discendere, si candida al poco ambito primato di cane più brutto del Regno Unito. L’animale, che ha quattro anni, appartiene a Holly Middleton di Leven, nello Yorkshire orientale. La signora Middleton, 36 anni, ha adottato Peggy quando aveva solo sei mesi e ha detto che, se per strada non attira grandi complimenti, in famiglia è molto amata.

«Stavamo cercando un cane e sapevamo che volevamo qualcosa di piccolo, qualcosa che si adattasse alla nostra vita abbastanza facilmente, ma non andavamo necessariamente alla ricerca di un cane particolare», ha spiegato ai media inglesi. E così, intuendo che probabilmente per quella cucciola sarebbe stato difficile far breccia nel cuore di altre famiglie, ha deciso di aprirle le porte della sua casa. «Adoro tutto ciò che è insolito, quindi quando l’ho vista sul sito web delle adozioni ho capito che volevo prendermi cura di lei», ha raccontato. «Trovarle un nome non è stato semplice. Abbiamo faticato molto, perché nulla sembrava adatto. Poi mia nonna ha detto che le ricordava un po’ sua madre, quindi abbiamo optato per quello». Peggy, attualmente, è uno dei sette cani che partecipano al concorso organizzato dalla società di stampa fotografica Parrot Print, con il vincitore che riceve una sessione di toelettatura e un servizio fotografico. L’attesa così è tutta per l’annuncio che, assicurano i promotori del concorso, arriverà a breve.   

(Foto d’apertura: @chug_life_x)

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags:
Potrebbe interessarti anche