Dai marsupi spuntano due baby canguri

Redazione | mercoledì 13 aprile, 2022

La primavera regala un doppio fiocco al Parco faunistico Le Cornelle. Sono venuti alla luce un piccolo Wallaby e un Canguro rosso. Aperto un contest per scegliere i loro nomi.

Doppio fiocco al Parco faunistico Le Cornelle, di Valbrembo nel Bergamasco. L’arrivo della primavera ha visto la nascita di due piccoli di marsupiali: un Canguro rosso e un Wallaby. Il primo ha fatto capolino dal marsupio della mamma per la prima volta lo scorso 28 febbraio, mentre il piccolo Wallaby è stato scoperto durante una visita alla madre lo scorso dicembre, ma non è ancora spuntato dalla sacca in cui il piccolo completa la sua crescita. La neomamma, infatti, era stata addormentata dai veterinari per curare un problema ai denti e durante il check up generale, lo staff ha notato il cucciolo, ancora in fase embrionale, all’interno del marsupio. Il piccolo di Canguro rosso, invece, si è già mostrato: è figlio di un maschio arrivato al parco 3 anni fa da uno zoo francese e di una femmina nata al parco nel 2015. Sta approcciando la vita fuori dal marsupio materno, in cui ha concluso la prima fase di sviluppo, e in queste settimane è già stato possibile avvistare il suo musetto, anche se di rado. Questo perché la gestazione di questi animali ha una durata di sole quattro settimane, il piccolo viene partorito ancora in fase embrionale e per i successivi mesi, vive e si nutre nel marsupio materno. I Canguri rossi sono i più grandi marsupiali, la loro dieta è a base di erba, foglie e arbusti e possono raggiungere l’altezza di 2 metri e gli 80 chili di peso.

Il Wallaby, un’altra specie marsupiale erbivora ma di dimensioni ridotte, condivide con il Canguro rosso la provenienza australiana come la gran parte dei marsupiali. Anche per il cucciolo di Wallaby, più giovane di qualche settimana del suo “cuginetto” e per questo ancora custodito gelosamente al riparo, tutto procede per il meglio. E tra pochi giorni, con ogni probabilità, anche il suo musetto farà capolino. Nonostante non sia ancora possibile stabilire il sesso dei due cuccioli, intanto, il Parco ha lanciato un contest sulla sua pagina Facebeook, chiedendo aiuto al pubblico per la scelta dei nomi.

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: