Come festeggiare il Natale a misura di gatto

Alessio Pagani | domenica 4 dicembre, 2022

Ecco come rendere le feste il più possibile vicine alle esigenze dei felini: animali abitudinari, poco inclini ai cambiamenti e amanti della tranquillità.

Gatti e Natale non sempre vanno d’accordo. Sta arrivando quel periodo dell’anno amato da molti ma, forse, un po’ meno dai nostri mici. Per questi felini adorabili, abitudinari, poco inclini ai cambiamenti e amanti della tranquillità, le festività possono, infatti, diventare una fonte di stress. Le lucine, gli addobbi e la casa spesso piena di ospiti, possono rappresentare, infatti, più di un problema. Ma la soluzione esiste. Ci ha pensato Schesir: da sempre attento al benessere animale ha sviluppato così la Miaopedia Christmas Edition. Una mini guida pensata per agevolare la convivenza tra il proprio gatto e il Natale, creata con il supporto del Think Cat Schesir, unendo i consigli di Vittorio Saettone, veterinario nutrizionista, Elena Angeli, consulente felina, e Roberta Sartorisio, gattara e ambassador Schesir.  

Dalla scelta dell’albero, fino alla creazione di una playlist ad hoc, dagli accorgimenti in vista del Capodanno fino a quello che ciascuno di noi, in prima persona, può fare per rendere le festività meno stressanti per il proprio gatto. La guida con 10 consigli pratici e semplici, ci aiuta a individuare le aree in cui possiamo intervenire per rendere il Natale una festa sicura e stimolante anche per il nostro gatto.  

Meglio gli addobbi di carta 

Palline, stelle e fiocchi fanno brillare gli occhi a un gatto che vede negli addobbi dei nuovi giochi. Una buona idea è quella di preferire decorazioni di carta a quelle di plastica e vetro. In questo modo, se anche il nostro gatto dovesse riuscire a prenderne uno, non correrà il rischio di farsi male.  

Le piante: sì o no? Ni!  

Ami le piante e il clima natalizio ti tenta a comprarne di nuove? Oppure un tuo caro te ne ha regalata una che sembra perfetta per la tua casa? Prima di trovare l’angolo ideale in cui sistemarla, fai attenzione. Alcune piante possono essere tossiche per i gatti. Per esempio la famosa “Stella di Natale”, può essere irritante per la pelle dei nostri amici a quattro zampe ed è meglio tenerla lontana dal loro musetto adorabile. In questo caso, chiedi sempre consiglio al veterinario.  

Trasmetti serenità  

Anche tu, con il tuo comportamento, puoi fare qualcosa. Se si crea un momento di confusione, non agitarti, non rincorrerlo e non alzare il tono della voce. Ciò non farebbe altro che aumentare la paura nel gatto. Ricordati che sei il suo punto di riferimento e, se riuscirai a gestire con serenità e calma i momenti più concitati, potrai trasmettergli serenità e aiutarlo a uscire dallo stato di agitazione.  

Crea una comfort zone 

Una cabina armadio, una soffice poltrona nella stanza più tranquilla della casa o una cuccia con un nostro vecchio maglione all’interno? Osserva il tuo gatto e cerca di capire qual è la zona della casa prediletta dal tuo micio quando cerca un “rifugio”, un momento di pace, nei momenti per lui più stressanti. Una volta individuata la “postazione anti-stress”, assicurati di lasciare sempre libero accesso. Il tuo gatto te ne sarà grato!  

Non farti tentare: non cambiare l’alimentazione del tuo gatto 

Lo sappiamo, Natale fa rima con mangiare, i peccati di gola sono tanti, ma ricorda: non offrire mai al gatto alimenti umani. Anche se la tentazione di regalargli una giornata diversa dal solito è tanta, non lasciarti intenerire dagli occhioni del tuo micio. Gli alimenti umani sono molto difficili da digerire per i gatti: possono creare disordini gastroenterici da non prendere “sotto zampa” e, nei casi peggiori, essere tossici.  

L’albero? Meglio sostenibile 

 È uno dei simboli del periodo natalizio, ma agli occhi di un gatto sembra una grande giostra su cui divertirsi. Puoi però ancora fare qualcosa per salvarlo dalle sue grinfie! Per esempio, sai che scegliendo un albero finto non solo contribuirai a preservare gli abeti, ma eviterai anche di dare al tuo micio un’irresistibile fonte di odore a lui gradito? 

Gente in casa? Comunica con gli ospiti

Parenti o amici in arrivo a casa? Nessun problema. Comunica in modo trasparente ed educato la presenza del tuo gatto, chiedendo loro di rispettarlo e perciò, tra le altre cose, di non inseguirlo, non cercarlo e non offrigli da mangiare. Se vorrà, sarà il gatto ad avvicinarsi.  

Le scatole dei regali? Non gettarle 

Gli hai comprato un tira graffi, ma preferisce la scatola che lo conteneva? Bene, allora conosci già l’amore profondo che i gatti nutrono per questi oggetti. Sai che per loro accucciarsi in una di queste scatole è un autentico antistress? Quindi, se dopo aver scartato i regali, ti renderai conto di avere tra le mani una scatola, ricordati di non gettarla e prova a inserirla nell’ambiente del tuo gatto. Ne siamo sicuri: il tuo micio ti ringrazierà!  

Crea una playlist rilassante 

Sono tante le app con cui possiamo creare playlist tematiche in modo del tutto gratuito. Perché non farlo per il proprio gatto? Prova a cercare della musica classica rilassante, melodiosa, e crea una playlist pensata per il suo benessere. Avrai così un “bagaglio” musicale da utilizzare nei giorni più caotici, in occasione del Capodanno ma non solo.  

Capodanno, come contenere i rumori 

Probabilmente è il giorno più temuto dai gatti e dai loro proprietari a causa dei forti rumori provocati dai fuochi d’artificio. Un escamotage per attutire il frastuono potrebbe essere quello di mettere in sottofondo della musica rilassante, a un volume basso, che faccia da sottofondo e crei un ambiente più “ovattato”. Inoltre, se prevedi di uscire e lasciare solo il tuo gatto per qualche ora, lasciare la radio o la tv accesa potrebbe sortire lo stesso effetto. 

(Foto d’apertura: IPA)

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags:
Potrebbe interessarti anche