Skip to Content
image description

Vantara: in India è nato il “resort” a 6 stelle per animali selvatici

Il suo nome significa “stella della foresta” ed è stato presentato poche settimane fa, durante i festeggiamenti per il prossimo matrimonio del miliardario indiano Anant Ambani. Ci sono sale chirugiche con macchinari all’avaguardia, cucine biologiche e un’immensa Jacuzzi per il benessere degli elefanti. Ospiterà animali selvatici maltrattati, malati, vittime di incidenti o salvati da circhi di tutto il mondo.

di Filippo Bocchini
apertura

Il 26 febbraio 2024 è stato inaugurato in collaborazione con Reliance Industries e Reliance Foundation – all’interno di una tenuta familiare di migliaia di acri a Jamnagar, nello Stato del Gujarat- un progetto molto ambizioso, che può essere considerato il più grande centro di recupero per animali selvatici non solo in India, ma nel mondo intero.

Chi l’ha fortemente voluto e lo segue ogni giorno, andandoci di persona, è Anant Ambani, il figlio dell’uomo più ricco dell’Asia (miliardario in euro), e il suo progetto si chiama Vantara. Nato con l’idea di costruire un immenso e incomparabile rifugio per animali maltrattati, malati, vittime di incidenti o provenienti da circhi: uno spazio che è metà foresta e metà costruzioni futuristiche con ospedali, laboratori e cucine.
Al momento è ancora chiuso al pubblico e gli unici fortunati ad avere visitato in anteprima questa magnificenza, che punta a coniugare la conservazione animale e dell’ambiente con l’innovazione e lo sviluppo industriale, sono stati i 1.500 ospiti che Anant Ambani e la sua promessa sposa Radhika Merchant hanno invitato alla loro “tre giorni” prenuziale. Per capire il tenore dei festeggiamenti, Rihanna si è esibita solo per loro per 7 milioni di dollari e tra gli invitati c’erano Bill Gates e Mark Zuckerberg, che come gli altri indossavano abiti tradizionali indiani con motivi in omaggio alla natura che il padrone di casa tanto ama, come tigri, uccelli e fiori.

Se riuscite a immaginare il genere della festa, allora potete immaginare anche quanto è rivoluzionario, e stupefacente e maestoso Vantara. Un centro di recupero per animali che ha tutte le caratteristiche, marmi e cuochi compresi, di un resort a 6 stelle. Perché cinque non bastano.
Dovete guardare i primi video che inizano ad essere diffusi sui social, le parole non rendono l’idea.
Il centro – presidiato 24 ore su 24 da infinito personale preparato, con il compito di garantire il benessere di tutti gli ospiti (ogni elefante qui ha un “assistente – guardiano” personale)- sta diventando un vero e proprio punto di riferimento per il recupero di animali in difficoltà; uno spazio che fino a questo momento ha salvato e riabilitato oltre 200 elefanti e tante altre specie provenienti da situazioni pericolose. Numeri importanti in continua crescita che evidenziano la grande potenzialità e l’importanza che presto questo luogo acquisterà anche ben fuori dall’India.

per interno 2
Un elefante viene imbragato per essere spostato sul lettino operatorio. Foto @vantara

Vantara non si limita al solo soccorso. Il progetto si impegna infatti anche nella riabilitazione delle specie più a rischio come rinoceronti, leopardi e coccodrilli, per garantire loro la sopravvivenza e il benessere di cui hanno bisogno. Per svolgere quotidianamente tutte queste attività, di fondamentale importanza è l’ospedale all’avanguardia costruito all’interno di questo spazio, l’ospedale per animali più grande e attrezzato del mondo: un centro con attrezzature di ultimissima generazione, come macchinari per la risonanza magnetica, dispositivi di chirurgia robotica endoscopica e sei centri chirurgici dedicati, gestiti da decine di medici veterinari e da professori. C’è un video che mostra tutto il percorso medico di un vecchio elefante con la cataratta: se guardate come viene eseguita l’operazione, da quanti specialisti e con che mezzi, rimarrete senza fiato.

All’interno di Vantara gli animali possono godere inoltre di tantissimi servizi, davvero come in un centro benessere per milionari. Per gli elefanti, ad esempio, è stata costruita un’intera area dedicata, con macchinari a raggi X, laboratori specifici, punti “massaggio” e addirittura una gigantesca Jacuzzi per il loro relax e divertimento!
Anche le sconfinate cucine, provviste di dietisti, cuochi ed esperti di alimentazione, sono indimenticabili: per gli animali ospiti del centro il cibo di qualità certo non manca. La frutta e la verdura che viene data ai pachidermi arriva da coltivazioni biologiche e l’intera cucina è caratterizzata dalla preparazione di cibi nutrienti e adatti alle varie specie ospitate. Guardate il video: gli uomini assaggiano quanto sia buono il cibo prima di darlo agli elefanti.

Vantara, possiamo scommetterci, diventerà un punto di riferimento mondiale, un luogo che presto sarà in grado di accogliere migliaia di creature provenienti da ogni angolo della terra. Si è presentato sulla scena internazionale come un polo di estremo interesse: a parte certe eccentricità favolose che lo caratterizzano, vista la “mission” che si è dato l’ideatore e proprietario Anant Ambani ne sentitemo molto parlare.

Guardando al futuro, in una recente intervista, Ambani ha dichiarato di voler aprire Vantara al pubblico non solo per mostrare tutte le attività svolte al suo interno, ma anche per testimoniare il grande impegno di questo progetto. Ma non è finita qui! Il centro punta anche a collaborare con l’Autorità zoologica dell’India e tante altre realtà, con l’obiettivo di migliorare gli standard degli zoo indiani e diventare un modello globale da seguire fondato su formazione, sviluppo e rinnovamento delle infrastrutture per il benessere di tutte le specie.

Vantara, che significa “stella della foresta”, brilla come un faro di speranza che illumina la strada verso un mondo in cui la conservazione ambientale e il rispetto per ogni forma di vita dovranno essere al centro delle nostre azioni.

Nella foto d’apertura: Anant Ambani, con la giacca bordeaux, posa con la famiglia nel giardino della loro residenza. Seduta davanti a lui, la promessa sposa Radhika Merchant con il cane Happy. (Foto: Facebook / Reliance Foundation).

Copyright © 2024 – Tutti i diritti riservati