Pseudotubercolosi del gatto

Malattia batterica che il gatto contrae mangiando roditori e volatili infetti e che può trasmettere all’uomo.

Linfosarcoma (linfoma)

Tumore maligno che ha origine dai vasi linfatici. Nel gatto è spesso associato alla leucemia virale felina.

Leishmaniosi

Parassitosi causata da un protozoo flagellato (Leishmania infantum) che penetra nell’organismo animale attraverso la puntura dei flebotomi (chiamati comunemente “pappataci”).

Ittero epatico

Aumento della bilirubina causato da un danno epatico provocato da malattie batteriche, virali, endocrine, epatiti ecc

Insufficienza epatica

Lesione e compromissione delle funzioni del fegato. La forma acuta è legata a malattie infettive virali, batteriche, all’ingestione di prodotti tossici, a disordini immunitari e infiammazioni di altri organi (pancreatite, colite acuta).

Insufficienza renale

Rapida riduzione delle funzioni renali. Nella forma acuta (IRA) causata da agenti infettivi, calcoli, tumori la funzionalità può essere ripristinata, mentre nella forma cronica (IRC) le lesioni sono irreversibili.

Immuno-deficienza felina acquisita (FIV)

Malattia infettiva causata dal retrovirus FIV (Feline Immunodeficiency Virus). Questo virus si trasmette solo tra gatti e soprattutto attraverso accoppiamenti e ferite da morso, ma anche per via transplacentare tra la gatta e i feti. L’infezione può rimanere latente per anni e si manifesta in seguito a un abbassamento delle difese immunitarie.

Glomerulopatie

Affezioni dei glomeruli renali detti di Malpighi.

Diabete mellito

Stato di iperglicemia cronica causato dalla mancanza totale o parziale di insulina, ormone ipoglicemizzante secreto dal pancreas.

Dilatazione esofagea

Aumento del calibro dell’esofago spesso causato da malformazioni congenite, da una massa tumorale o dall’ingestione di un corpo estraneo.

Articoli più recenti