Pulitore di fondo o Pesce spazzino

Origini

Originario del bacino amazzonico, vive in fiumi con corrente moderata e fondo sabbioso.

Caratteristiche

Livrea di colore bruno chiaro, con macchie scure che formano una banda lungo i fianchi. La bocca è fornita di due paia di barbigli che servono per individuare il cibo nascosto nella sabbia. Le pinne hanno robusti aculei per difendersi dai predatori.
-Taglia: fino a 6 cm di lunghezza.
-Dimorfismo sessuale: la femmina è più grande del maschio e ha una pinna dorsale anteriore meno sviluppata e appuntita.

Ambiente

Acquario con fondo di sabbia o di ghiaia fine; l’acqua, con pH tra 6 e 7, deve avere una temperatura compresa tra 23 e 27 °C.

Alimentazione

In natura si nutre di vermi e larve di insetti; in cattività esistono appositi mangimi da distribuire nel fondale (non mangiano detriti).

Comportamento e Riproduzione

Pesce tranquillo da allevare in gruppi di almeno sei individui (convive anche con altre specie). Durante la riproduzione, non rara in acquario, la femmina depone le uova in una tasca sotto le pinne per poi depositarle in un luogo sicuro (spesso sulla parete dell’acquario). La schiusa avviene dopo 8 giorni; gli avannotti, abbandonati dai genitori, si rendono subito indipendenti.

Curiosità

Oltre ai pulitori di fondo, esistono anche i pulitori di vetro, appartenenti in genere alla famiglia dei Loricaridi. Con la loro bocca “a ventosa” mangiano alghe e detriti depositatisi sulle pareti dell’acquario. Come “spazzini” sono sempre più usate anche alcune varietà di lumache e di gamberetti.

Copyright © 2023 - Tutti i diritti riservati