Pesce rosso o ciprino dorato

Origini

Ciprinide originario dell’Asia orientale, allevato fin dall’antichità e introdotto in Europa nel XVII secolo.

Caratteristiche

Esistono innumerevoli varietà di pesce rosso, diverse per colore, forma del corpo, degli occhi e delle pinne.
Le varietà a coda semplice sono quelle che più si avvicinano alla specie selvatica e derivano dal Carassius auratus comune (Hibuna; nella fotografia qui sopra): sono piuttosto resistenti e possono vivere anche in vasche e fontane esterne.
Le varietà a coda doppia sono molto più delicate e possono vivere solo in acquario; hanno in genere un corpo più tondeggiante.
-Taglia: oltre 30 cm di lunghezza.
-Dimorfismo sessuale: nella stagione riproduttiva i maschi presentano su testa e branchie dei piccoli puntini bianchi, chiamati tubercoli nuziali.

Ambiente

Il pesce rosso nuota dalla superficie al fondo e ha bisogno di un acquario spazioso (minimo 70-90 l) perché può raggiungere dimensioni discrete. L’acqua, dal pH neutro o lievemente basico, deve avere una temperatura di 14-22 °C (per la riproduzione la temperatura sale a 22-25 °C).
Poiché produce una notevole quantità di rifiuti organici, la vasca deve essere dotata di un buon sistema di filtrazione o di cambi d’acqua settimanali.

Alimentazione

Onnivoro, il pesce rosso accetta mangime in scaglie e granuli. È tendenzialmente ingordo e la sovralimentazione è spesso causa di morte precoce.

Comportamento e Riproduzione

Pesci pacifici e piuttosto longevi (circa 15 anni), sono facili da allevare e da far riprodurre. La femmina può deporre centinaia di uova che si schiudono dopo circa 5 giorni; gli avannotti vanno nutriti con cibo vivo e fino all’ottavo mese hanno una colorazione bruna.

Copyright © 2023 - Tutti i diritti riservati