La tosse nel cane

Elisabetta Scaglia, Medico veterinario | domenica 16 ottobre, 2022

Esistono diverse tipologie di tosse nel cane, tra queste quella cardiaca è sintomo di patologie cardiache, mentre quella batterica è dovuta a un’infezione. Se la tosse persiste, è frequente e causa difficoltà respiratoria, è bene contattare il veterinario.

La tosse, sintomo comune a diverse patologie, può essere definita come uno sforzo espiratorio effettuato a glottide chiusa che produce una improvvisa e rumorosa fuoriuscita di aria dai polmoni, con l’intento di liberare le vie respiratorie. Nel cane, la tosse può essere un atto riflesso o volontario e può essere associata a dispnea, ma non è di per sé un segno di difficoltà respiratoria. 

Le tipologie di tosse nel cane 

Le cause della tosse, come detto, sono numerose e in alcuni casi essa è associata a patologie importanti. Ci sono alcune caratteristiche che permettono di definirla e di comprenderne meglio l’origine: la tosse può, infatti, essere prevalentemente diurna o notturna, umida o secca, produttiva o non produttiva, superficiale o profonda, ad accessi o a colpi isolati, spontanea o provocata. La tosse cardiaca ad esempio (quella cioè sintomo di patologie cardiache), è solitamente una tosse secca, ad accessi, spesso notturna, e si può presentare quando il cane è a riposo, sdraiato, oltre che in corrispondenza di sforzi fisici e momenti di particolare agitazione. La tosse causata da forme batteriche è spesso produttiva e umida, per la presenza di espettorato, spesso diurna (più frequente con il cane in attività). 

Cosa fare se il cane ha la tosse

In ogni caso, se la tosse nel cane è persistente, molto frequente, associata a difficoltà respiratoria o a facile affaticamento è bene richiedere subito l’intervento di un medico veterinario. La visita veterinaria permetterà di confermare la presenza del sintomo “tosse”, che potrà essere evocato attraverso la stimolazione del riflesso della tosse, che si effettua con una leggera sollecitazione della zona tracheale. In condizioni normali la tosse non verrà evocata, mentre se è presente un’infiammazione dell’area stimolata (sia perché direttamente interessata dalla patologia, ad esempio in caso di tracheite, sia perché i continui accessi di tosse, anche se di origine più profonda, causano comunque un’irritazione delle prime vie aeree troppo sollecitate), verrà evocato facilmente il colpo di tosse, isolato o ad accessi, in base anche alla gravità dell’infiammazione. 

Andare dal veterinario, nel caso in cui la situazione lo richieda, con la scheda veterinaria del proprio cane aggiornata potrebbe aiutare il medico a definire meglio il quadro clinico del pet.

Copyright © 2022 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: