La crescita fisica e comportamentale del gatto

Elisabetta Scaglia, Medico veterinario | sabato 16 luglio, 2022

La fase di crescita, nel gatto, riguarda sia la parte fisica che quella comportamentale. Durante il periodo di socializzazione il gattino impara a relazionarsi con i suoi simili e con l’uomo. Aumentano l’esplorazione dell’ambiente e il gioco.

Il periodo di socializzazione nel gattino è la fase in cui migliorano le capacità sensoriali e motorie. La retrazione degli artigli è completa e il gattino può essere abituato a farsi le unghie nei luoghi idonei. 

Fasi di crescita di un gatto: dalla lettiera al gioco

Il gattino è ora in quella fase della crescita in cui è in grado di controllare l’evacuazione e di cercare il substrato adatto: può essere favorito l’uso di cassette igieniche per aiutare l’apprendimento di un corretto comportamento di eliminazione. Il gattino, in questa fase, impara a socializzare con gli altri gatti e con l’essere umano: si osservano i primi comportamenti di leccamento tra gatti, imparano le posture e la comunicazione, anche di tipo agonistico. I gattini aumentano molto l’esplorazione dell’ambiente e il gioco è particolarmente presente tra i fratelli e con oggetti. Nel gattino, fondamentale è la fase di crescita del gioco sociale, che favorisce l’apprendimento della comunicazione sociale, e il gioco individuale, attraverso l’uso di oggetti, che favorisce l’apprendimento del comportamento predatorio. All’interno del periodo di socializzazione del gatto si colloca l’età ottimale d’adozione, tra le 6 e le 8 settimane.

Il gatto cresce tra fase di socializzazione e periodo giovanile

Durante il periodo di socializzazione, il gattino dovrebbe essere manipolato gentilmente da diverse tipologie di persone, dovrebbe essere abituato ad altre specie e dovrebbe essere esposto, senza stress, a diverse esperienze, in modo che possa conoscere una grande varietà di situazioni, oggetti, suoni, ambienti. Abituare il gattino alla manipolazione di diverse parti del corpo (pelo, occhi, orecchie, bocca, addome, arti) è d’aiuto in previsione di eventuali operazioni di pulizia e medicazione e delle visite veterinarie. Intorno alle quattro settimane si sviluppa anche il comportamento predatorio.

Al termine del periodo di socializzazione troviamo il periodo giovanile del gatto, che si conclude con la pubertà. In questo periodo i comportamenti si affinano, le capacità motorie migliorano, aumenta l’esplorazione dell’ambiente circostante. I rapporti con la madre sono meno stretti: spesso è lei stessa a ignorare o allontanare i piccoli.

In conclusione, la crescita del gatto passa dai momenti di socializzazione, sia verso altri simili che verso gli umani, a quelli del periodo giovanile e della pubertà. Dal momento dell’adozione, il padrone può avvantaggiare la crescita del suo gatto attraverso i consigli sopra riportati. 

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: