La congiuntivite parassitaria nel cane: la thelaziosi

Francesca Mussinelli, Medico veterinario | giovedì 6 ottobre, 2022

Esiste una malattia degli occhi trasmessa da alcuni moscerini della frutta: si chiama thelaziosi. La presenza di questo parassita causa forte prurito e un' infiammazione che può diventare anche molto seria.

La thelaziosi è una malattia parassitaria emergente, causata da un piccolo verme di nome Thelazia che vive nel sacco congiuntivale degli occhi di cani e altre specie animali, incluso l’uomo. È trasmesso dai moscerini della frutta del genere Porthica. Thelazia Callipaeda o verme degli occhi, è un piccolo nematode sottile e biancastro che da adulto raggiunge circa due centimetri di lunghezza e causa una congiuntivite molto pruriginosa.

Perché il cane si ammala e come accade

I moscerini della frutta infestati, attratti dalle lacrime, si posano sugli occhi e lì depongono delle larve che si annidano nel sacco congiuntivale del cane, o nel dotto nasolacrimale, completando il loro ciclo vitale.

I soggetti più colpiti sono quelli che vivono in zone rurali, dove sono presenti coltivazioni di alberi da frutta. Una volta questa malattia parassitaria era tipica dell’Asia e dell’Unione Sovietica, ma ormai si sta diffondendo in tutta Europa.

La presenza di questo parassita nel sacco congiuntivale determina un notevole prurito e crea una importante infiammazione a carico degli occhi, con frequenti complicanze batteriche e con possibili lesioni a carico della cornea. Nei casi più gravi, in assenza di terapia, la Thelazia può comportare cecità.

Diagnosi e terapia per curare la thelaziosi

Per arrivare alla diagnosi è necessario procedere con un accurato esame dell’occhio, che permette di evidenziare la presenza dei parassiti adulti nel sacco congiuntivale del cane; a volte può essere necessario procedere con l’analisi delle lacrime al microscopio per ricercare le forme immature, che sono troppo piccole per essere viste con la sola ispezione della congiuntiva.

La cura della congiuntivite parassitaria prevede lavaggi degli occhi del cane con soluzione fisiologica sterile e la rimozione meccanica dei vermi adulti, per eliminare il maggior numero di parassiti dal sacco congiuntivale, così da interrompere il ciclo parassitario. È importante associare trattamenti antiparassitari mirati in grado di uccidere le larve, così da prevenire ulteriori infestazioni nei soggetti che vivono in zone a rischio.

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: