Gatti con insufficienza renale: la corretta alimentazione

Francesca Mussinelli, Medico veterinario | sabato 30 luglio, 2022

I gatti anziani sono propensi a sviluppare una malattia renale cronica. In questa situazione, l’alimentazione e la giusta idratazione giocano un ruolo fondamentale.

La malattia renale cronica è una delle più frequenti patologie che affliggono i gatti anziani, e la gestione nutrizionale in questi pazienti gioca un ruolo fondamentale.

L’importanza dell’idratazione nel gatto con insufficienza renale

Se il gatto soffre di malattia renale, il rene perde gradualmente la capacità concentrare le urine, determinando una progressiva disidratazione del paziente. È quindi fondamentale incentivare l’assunzione di liquidi, sia cambiando spesso l’acqua nelle ciotole o utilizzando fontanelle che offrono acqua sempre corrente, sia preferendo alimenti umidi.

In un paziente nefropatico, gli obiettivi da raggiungere con una corretta gestione dietetica sono diversi: è infatti possibile ridurre i segni clinici, correggere gli squilibri elettrolitici e di bilancio idrico, mantenere un adeguato supporto nutrizionale e rallentare la progressione della patologia.

Cosa dare da mangiare al gatto con problemi renali?

Il contenuto di proteine della dieta del gatto con problemi renali deve essere attentamente valutato perché, se da un lato un tenore proteico troppo elevato può causare un aumento nei valori dell’azotemia, d’altro canto, negli stadi avanzati della patologia, i reni perdono la capacità di trattenere le proteine, comportando la riduzione della massa muscolare del paziente e peggiorandone le condizioni generali. È inoltre indispensabile che almeno l’80% delle proteine della dieta del gatto provengano da fonti nobili, come pesce e carne, in modo da garantire anche un adeguato apporto di aminoacidi essenziali.

L’alimento, in corso di insufficienza renale, deve garantire sia un ridotto contenuto di sodio per favorire il controllo della pressione sanguigna, che di fosfati; si è visto, infatti, che questi ultimi giocano un ruolo importante nella progressione della malattia renale. È indispensabile, infine, un corretto apporto di acidi grassi omega 3 in grado di ridurre l’infiammazione a livello renale causata dal danno ossidativo e rallentare l’evoluzione della patologia.

Curare l’alimentazione e l’idratazione del proprio gatto che soffre di insufficienza renale, è fondamentale per tenere sotto controllo la malattia. Il consulto medico è sempre necessario e, a tal proposito, compilare frequentemente la scheda veterinaria del pet è un valido aiuto.

Copyright © 2022 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: