Scelta del cane: dimmi chi sei, ti dirò che cane avrai

Chiara Suardi, Educatrice cinofila | venerdì 15 aprile, 2022

Ogni razza ha specifiche attitudini che vanno conciliate con lo stile di vita familiare, il tempo che possiamo dedicargli e le caratteristiche del luogo in cui viviamo.

Siamo pronti, abbiano deciso di prendere un cucciolo. Siamo sicuri di sapere cosa significhi vivere con un cane, capire le sue esigenze etologiche, rispondere ai suoi bisogni e ci vediamo già ovunque con lui. Ma ora si pone il dubbio su quale razza scegliere: una decisione da prendere sulla base dello stile di vita della famiglia, del tempo a disposizione e della voglia di impegnarsi in un rapporto ricco di soddisfazioni ma che comporta anche dei doveri. Attenzione a scegliere un cane in base alla taglia: sovente viene fatta l’equazione cane piccolo uguale casa piccola. Un cane di piccola taglia poi sporca meno, mangia meno e lo si può portare ovunque. La valutazione fatta su questi parametri non tiene però conto del perché alcune razze siano di ridotta misura. Pensiamo ad esempio al Jack Russell, nato per la caccia alla volpe: spesso è scelto come cane da compagnia per i bambini. Nulla di più sbagliato perché questa decisione porterà sia la famiglia, sia l’animale a vivere una relazione insoddisfacente. Il cane desidererà correre e ruzzolare in aperta campagna in cerca di prede più che giocare con i bimbi. 

Ogni esemplare ha caratteristiche uniche

Se abitiamo in centro città meglio un cagnolino da compagnia, ma se abbiamo la possibilità di andare in campagna ecco che cani da caccia o pastori possono accompagnarci in lunghe passeggiate. Ogni razza, infatti, ha sue specifiche attitudini e vocazioni senza dimenticare che anche all’interno della stessa cucciolata ogni soggetto è diverso, unico e irripetibile. Quindi proviamo a pensare a che cosa ci piace fare maggiormente, cerchiamo una tipologia di quattro zampe che corrisponda alle nostre caratteristiche familiari in termini di movimento, vivacità, desiderio di scoperta. Se amiamo la tranquillità, cerchiamo un compagno un po’ più tranqullo, placido, che ama passare le giornate sdraiato, ad esempio il Bulldog inglese che, nonostante la scarsa propensione al movimento, è molto giocoso e allegro con la sua famiglia. Per cui armatevi di un buon manuale per le razze e prestate tanta attenzione alle caratteristiche, ognuna ha le sue peculiarità.

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: