Scegliere il cane adatto alla famiglia: i fattori che influiscono 

Chiara Suardi, Educatrice cinofila | venerdì 28 ottobre, 2022

Nel percorso di scelta del cane per la famiglia, oltre a considerare la presenza di altri animali in casa o la composizione familiare, è importante tener conto delle caratteristiche specifiche delle diverse razze.

Nella prima parte di questo approfondimento su come scegliere la razza canina migliore per la nostra famiglia, abbiamo visto come l’influenza di particolari target di persone e di altri animali presenti in casa possa generare problematicità all’interno della famiglia, se l’inserimento di alcuni tipi di cani non viene valutato correttamente. In questo articolo, analizzeremo l’influenza che possono avere alcune caratteristiche del cane all’interno della relazione.

L’importanza del ruolo come caratteristica per la scelta del cane

Il cane, come detto più volte, è un animale sociale molto più dell’uomo: per il cane, infatti, è di fondamentale importanza l’attribuzione di un ruolo. Ricordiamoci che se questo ruolo non viene dato dai proprietari, il cane se lo cerca (ad esempio accogliere/ gestire le persone che entrano in casa). In molte occasioni, il cane viene lasciato libero di gestire le persone che entrano in casa, il famoso “ti fa le feste” che per un cane sotto i 10 kg viene quasi sempre accettato, ma diventa un problema se il cane è grosso. La motivazione è la stessa, l’interpretazione che ne fanno i proprietari e i visitatori è alquanto differente. Se il cane non ha una persona che considera una guida orientativa tenderà ad agire da solo saltando addosso, abbaiando o marcando. Questo concetto va tenuto a mente nel momento in cui si decide di scegliere un cane per la propria famiglia.

Il cane ha bisogno di vivere in un contesto dove ognuno ha una specificità di ruolo e tutti partecipano alla vita collaborativa della famiglia secondo le proprie capacità. Un cane obbedisce nel momento in cui percepisce che le richieste che vengono fatte sono in linea con lo stile del gruppo e  diventano funzionali al rapportarsi correttamente alle sfide del mondo esterno. Facciamo un esempio concreto: se porto un cane al parco e tutti i giorni lo libero mentre io mi metto a chiacchierare incurante di ciò che fa, non posso pretendere che al bar stia seduto o sdraiato vicino al tavolino quando passa un cane o una persona.

Qual è il miglior cane da tenere in casa? Il rispetto delle caratteristiche della razza

Tocchiamo ora un altro pregiudizio molto forte: un cane sta bene se ha un comfort ambientale, ossia dormire sul divano al caldo d’inverno o al fresco d’estate, oltre a una bella ciotola di croccantini, acqua fresca e tante carezze. Nulla di più falso. Un cane è appagato se può fare quelle attività verso cui è portato, e ci riferiamo alla razza: al Dobermann piace camminare libero accanto al proprietario, al Breton no. Non esistono esercizi di obbedienza che possano funzionare in questi casi se non inibire il cane alle sue spinte vocazionali, seguendo, quindi, quelle che sono le caratteristiche che contraddistinguono la sua razza.

Nella scelta del cane influisce anche il “branco” familiare

Altro fattore molto importante è la coerenza all’interno della famiglia e, quindi, l’impostazione di conferme da una parte e limitazioni dall’altra. Tutti devono essere dalla stessa parte, piuttosto riunirsi e trovare una mediazione tra i propri interessi, ma mai agire ognuno di testa propria: si vive in un branco e tutto va concertato. Spesso vi è un abuso delle conferme a discapito delle disconferme o chiusure, pensiamo ad esempio all’accarezzare un cane mentre abbaia a un altro cane, con l’intento di calmarlo, o avvicinarsi a lui mentre sta ringhiando a una persona. Tutto ciò che conferma dà forza a un certo comportamento e se non siamo d’accordo tra di noi, il cane prenderà le parti di chi lo conferma, fino a giungere in casi estremi a minacciare/aggredire l’altro famigliare. 

Ancora una volta la conoscenza attenta dei meccanismi psicologici del cane e delle sue caratteristiche di razza ci potrebbe salvare da spiacevoli conseguenze e aiutare nella scelta del cane migliore per la nostra famiglia. Del resto, se vogliamo diventare amici di una persona che parla una lingua diversa dalla nostra, dobbiamo pur sforzarci di venirci incontro, e il cane questo lo fa tutti i giorni.

Copyright © 2022 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: