Perché il cane continua a leccarsi?

Sara Bovio | mercoledì 31 agosto, 2022

Leccarsi è un comportamento normale per il cane ma, a volte e a causa di diversi fattori, può diventare compulsivo e provocare problemi di salute, come infezioni o dermatiti, che richiedono l’intervento del medico veterinario.

L’atto di leccare è un comportamento normale per il cane. Ma quando diventa troppo frequente, ci si potrebbe chiedere se sia il caso di chiamare il veterinario. Molti studi hanno dimostrato che leccare rilascia endorfine nel cervello degli animali, che li fanno sentire più calmi e rilassati. Per questo motivo, però, ciò potrebbe creare un comportamento compulsivo per cui l’animale lecca per ricevere proprio la scarica di endorfine.

Quando il cane ha un comportamento compulsivo nel leccarsi

Ci sono diverse cause che portano il cane a comportarsi in maniera compulsiva quando si tratta di leccarsi. Di seguito, quelle più comuni:

  • Allergie: sono la causa numero uno dell’eccessivo leccamento nei cani. Gli animali domestici possono essere allergici a qualsiasi cosa, dal loro cibo al deodorante per ambienti. Consultare il veterinario può aiutare a identificare ed eliminare gli allergeni.
  • Ferite e dolore: quando un animale sente qualcosa di doloroso o strano sul corpo, come una ferita o una lesione, non sempre sa come reagire. Confuso, può ricorrere al continuo leccare per trovare conforto. Anche in questo caso meglio consultare il veterinario.
  • Parassiti e infezioni: un’infezione della pelle o un parassita può essere un’altra causa che spinge il cane a leccarsi. I probabili colpevoli sono pulci, acari e zecche che, spesso, sono invisibili a occhio nudo.
  • Ansia: i cani possono anche leccarsi a causa dell’ansia. Un importante cambiamento di vita, come il trasferimento in una nuova casa, può causare un’ansia temporanea che l’animale gestisce attraverso il leccamento e la masticazione. 
  • Noia: la noia è un’altra causa dell’eccessivo leccamento. Il cane può essersi leccato un giorno, quando era annoiato, e ora è diventata un’abitudine. Si può provare a distrarre il cane giocando con lui. Sentendosi più stanco, invece che annoiato, potrebbe essere meno incline a leccare.
  • Squilibrio ormonale: un malfunzionamento della tiroide o un livello improprio di cortisolo nel corpo possono causare pelle secca, prurito e desiderio di leccare.
  • Sporcizia e secchezza: a volte il leccamento è semplicemente una reazione allo sporco o all’accumulo di pelle. I cani andrebbero lavati ogni tre mesi circa. Per evitare irritazioni, per il bagno occorre utilizzare prodotti specifici per gli animali domestici e terminare ogni bagno sciacquando accuratamente il pelo con acqua.

Saper distinguere quando il cane si lecca come comportamento abitudinario e quando invece nasconde una causa e un problema ben precisi, è fondamentale per il benessere del nostro amico a quattro zampe. Nel caso si sospettasse una causa a monte, è bene consultare il veterinario per un consulto. L’ultimo consiglio, a tal proposito, è quello di presentargli la cartella clinica del nostro pet costantemente aggiornata. 

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: