Il simbolismo e le caratteristiche del gatto

Chiara Suardi, Educatrice cinofila | sabato 15 ottobre, 2022

Venerato dall’Islam e perseguitato nei tempi antichi dalla Chiesa, il gatto nella storia è stato oggetto di interpretazioni positive e negative a seconda delle differenti tradizioni culturali. Il suo fascino è probabilmente legato al suo carattere imprevedibile, curioso e indipendente.

Il simbolismo del gatto oscilla tra tendenze positive e negative. La morfologia di questo animale, gli occhi, il pelo, le movenze hanno generato una serie di interpretazioni diverse a seconda delle varie tradizioni culturali. 

Le caratteristiche dei gatti nella storia e nelle culture

Il gatto nell’antico Egitto era assunto al ruolo di divinità mentre nella tradizione popolare scandinava il gatto è associato a Freya, la dea della fertilità, dell’amore e della fortuna, che si spostava su un carro trainato da gatti. 

Nella tradizione islamica il gatto è un animale benedetto da Maometto. In oriente, una leggenda narra che un gattino dormiva su una manica della veste di Maometto e questi quando dovette recarsi a pregare preferì tagliare il suo abito piuttosto che svegliare il felino. Nella tradizione indù, Shashti, la dea del parto, è raffigurata a cavallo di un gatto. I gatti compaiono di frequente nelle fiabe dei fratelli Grimm e in vari racconti popolari di tutto il mondo. 

I gatti nel simbolismo cristiano 

Il valore positivo del felino si inverte drasticamente con il cristianesimo. Il gatto viene messo in relazione con le tenebre, la lussuria e la pigrizia. Il diavolo assume le vesti di gatto e come tale è combattuto dalla religione. Durante la caccia alle streghe del Modioevo il gatto diventa il partner fisso di tali figure. Si riteneva che le donne dedite a pratiche occulte potessero assumere le sembianze di gatto per recarsi nelle case altrui a compiere malefici. Viceversa le percosse subite dai gatti arrecavano danni alla strega, pertanto gatti trovati a vagabondare cercando cibo erano oggetto di pesanti percosse in quanto ritenuti streghe. Sia le streghe sia gli animali in cui si trasformano sono personificazioni delle paure dell’uomo, delle loro debolezze e della loro crudeltà. 

Ai gatti sono attribuite molte caratteristiche, tra cui curiosità, nove vite, indipendenza, intelligenza, imprevedibilità. I gatti sono animali attivi al buio, un momento in cui emergono le nostre paure e le nostre difficoltà, la loro indipendenza rappresenta una minaccia alla nostra sicurezza, un limite al loro controllo, e forse per questo ci affascinano così tanto. Se vuoi scoprire tutte le caratteristiche dei gatti, consulta la nostra scheda razze.

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: