Il caldo e il cane: alcuni consigli

Elisabetta Scaglia, Medico veterinario | giovedì 11 agosto, 2022

La temperatura elevata, d’estate, è un disagio soprattutto per alcune tipologie di cani che soffrono più di altre: le razze brachicefale. Ecco alcuni accorgimenti.

In questi ultimi anni stiamo assistendo ad un aumento delle temperature, con estati lunghe, calde e spesso afose, che causano disagi non solo nella popolazione umana: anche i nostri cani fanno fatica ad adattarsi al caldo torrido dell’estate e, spesso, manifestano sintomi di disagio da lievi a gravi, con ripercussioni sulla loro salute. 

Cosa fare con il cane quando fa caldo

Cani anziani o fragili, che soffrono di patologie di tipo cardiocircolatorio e respiratorio, sono meno in grado di tollerare le alte temperature e l’elevata umidità e corrono il rischio di incorrere in malesseri fisici più o meno gravi. 

Soprattutto per le categorie sopra citate, ma più in generale per tutti i cani, è bene non trascurare alcuni semplici accorgimenti, che possono migliorare l’adattamento dei cani ai periodi estivi

  • lasciare sempre acqua fresca a disposizione; 
  • bagnare abbondantemente l’animale, specie se accaldato; 
  • non portare il cane in passeggiata nelle ore più calde e in zone prive di ombra, o sull’asfalto bollente; 
  • non lasciare mai, nemmeno per periodi molto brevi, cane e gatto in auto, anche con i finestrini aperti e anche all’ombra, se fa molto caldo: il colpo di calore è dietro l’angolo!

Il cane brachicefalo soffre più il caldo

Alcune razze e tipologie di cani sono molto a rischio nei periodi caldi, perché le loro caratteristiche fisiche non permettono loro di adattarsi in modo adeguato ed efficace al caldo: è il caso delle razze brachicefale, cioè con il muso schiacciato, che hanno normalmente difficoltà respiratorie e che, se necessitano di una iperventilazione per favorire una corretta dispersione di calore (il cane iperventila per abbassare la temperatura corporea, come noi sudiamo), non riescono a metterla in atto in modo efficace. Queste razze, in particolar modo, vanno monitorate attentamente in condizioni di caldo elevato. 

Non bisogna dimenticarsi, infine, che i cani non usano scarpe, e camminare sull’asfalto bollente può creare delle vere e proprie ustioni; nei cani di piccola taglia, molto vicini al terreno, la percezione del caldo che proviene dal terreno è inoltre molto più elevata.

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: