Dog trekking: cos’è?

Chiara Suardi, Educatrice cinofila | martedì 5 luglio, 2022

L’escursionismo con il cane in montagna, il dog trekking, insegna la corretta interazione tra cane e proprietario e rafforza il loro rapporto. Lungo il percorso, il cane sta davanti e fa da guida e da traino fino alla meta.

Il dog trekking è un’avventura appassionante, un’escursione impegnativa in zone naturali. Non è una disciplina semplice da praticare. Si tratta di escursioni in montagna in cui il proprietario riceve dal suo cane il supporto per arrivare alla meta. 

Attrezzatura per il dog trekking

L’attrezzatura da dog trekking specifica per il cane consiste in una pettorina simile a quella utilizzata per i cani da traino, mentre al proprietario servirà una cintura da dog trekking. Questo perché l’animale non trascina il proprietario ma gli fornisce il sostegno per arrivare a fine percorso, durante il quale bisognerà dare al nostro pet ordini precisi di avvio e fermata e insegnargli a svoltare a destra o sinistra. Vista la complessità dell’attività, sarà necessario essere seguiti da personale qualificato con il metodo DTE (dog trekking education). L’obiettivo dell’attività è trasmettere una corretta interazione tra cane e proprietario. Per far sì che il dog trekking possa essere svolto in tranquillità, sarà necessario portarsi dell’acqua sufficiente a dissetare entrambi ma anche a rinfrescare il cane. Al proprietario, invece, servirà abbigliamento tecnico come pantaloni e giacca multitasking, calze e scarponi da trekking, senza dimenticare che il percorso andrà seguito alla lettera evitando improvvisazioni! 

Come funzionano i gruppi di dog trekking?

All’inizio delle attività, le escursioni sono brevi e i cani vengono fatti socializzare tra di loro. Un buon gruppo di dog trekking non comprende più di dieci cani. Vanno esclusi cani aggressivi, femmine in calore o soggetti con problemi comportamentali che possano mettere a rischio loro stessi e gli altri. La socializzazione del gruppo è un altro aspetto positivo da considerare nella pratica di questa disciplina, le marcature, su spazi ampi, sono ridotte al minimo e pertanto il rischio di rissa è notevolmente ridotto. I cani spaziano in ambienti naturali condividendo un’esperienza unica all’interno di dinamiche di gruppo in cui ognuno è affiancato dal proprio compagno umano ma tutti sono diretti verso la stessa meta. Si sviluppano abilità comunicative, concertative e il proprietario ha la possibilità di osservare il proprio cane e dare delle indicazioni in base a ciò che percepisce e a come reagisce il cane di conseguenza. Se ami passeggiare nella natura porta il tuo cane con te, non potrai resistere al dog trekking!

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: