Dispnea nel cane, cosa fare?

Elisabetta Scaglia, Medico veterinario | lunedì 10 ottobre, 2022

La dispnea corrisponde a una difficoltà respiratoria che non va sottovalutata, in quanto può essere indice di un problema grave. Una comune causa di dispnea è l’edema polmonare, una pericolosa condizione patologica determinata dall’accumulo di liquidi nei polmoni.

La dispnea nel cane indica uno sforzo respiratorio inappropriato in termini di frequenza, ritmo e tipo di respiro. 

A cosa è dovuta la dispnea nel cane?

La dispnea nel canepuò essere dovuta a malattie ostruttive (ostacolo al flusso dell’aria nelle vie respiratorie) o a malattie restrittive (ostacolo all’espansione dei polmoni con conseguente riduzione dell’ampiezza del respiro). Quando sono coinvolte le vie respiratorie superiori si ha una maggiore difficoltà nella fase inspiratoria della respirazione, mentre se vengono coinvolte le vie respiratorie inferiori si ha maggiore difficoltà in fase espiratoria. La presenza di dispnea non è mai da sottovalutare, perché può essere indice di un problema grave e spesso di un’emergenza veterinaria. Se il cane presenta dispnea, è importante ridurre il più possibile le condizioni di stress, che possono aggravare la difficoltà respiratoria: bisognerà dunque evitare di muoverlo o, se proprio necessario, spostarlo il più delicatamente possibile. Non andrà forzato ad assumere posizioni diverse da quelle assunte spontaneamente dal cane, evitando soprattutto di tenerlo sdraiato sulla schiena o sul fianco. Soprattutto, in caso di dispnea, il cane dovrà essere visitato il prima possibile da un medico veterinario. 

Le cause della dispnea nel cane: l’edema polmonare

Una comune causa di dispnea in medicina veterinaria è l’edema polmonare, che rappresenta anche una situazione di emergenza. L’edema è caratterizzato da un accumulo di liquidi nell’interstizio o negli alveoli polmonari, che si viene a creare per mancato equilibrio tra produzione e drenaggio dei fluidi corporei. Il cane con edema polmonare presenta sempre dispnea, quindi difficoltà respiratoria, oltre a una scarsa ossigenazione (ipossia): per questo va trattato con la massima tempestività. L’edema polmonare può essere di due tipi: cardiogeno, cioè causato dalle cardiopatie e dovuto a uno scompenso cardiaco, e non cardiogeno, quindi dovuto da tutte le altre cause che non siano attribuibili a patologie cardiache (patologie delle vie respiratorie, traumi, neoplasie, intossicazioni, patologie renali, patologie epatiche o del sistema nervoso). 

È importante richiedere immediatamente un consulto con il proprio medico veterinario, nel caso in cui si sospettasse la dispnea nel proprio cane. Una cartella clinica completa potrebbe agevolare la definizione del quadro clinico del nostro amico a quattro zampe.

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: