Battito cardiaco del cane, polso e frequenza respiratoria: i parametri vitali

Elisabetta Scaglia, Medico veterinario | domenica 9 ottobre, 2022

Nel cane, questi sono importanti parametri vitali da tenere sotto controllo in caso di emergenza. La loro misurazione va eseguita possibilmente con il cane a riposo e può variare anche per cause fisiologiche.

Conoscere i parametri vitali del cane è molto importante al fine di capire se ci troviamo di fronte a un’emergenza che richiede il tempestivo intervento del medico veterinario. Oltre alla temperatura, ricordiamo il polso, la frequenza cardiaca e la frequenza respiratoria. 

Come misurare i parametri vitali del cane

Il polso del cane, misurabile attraverso la palpazione dell’arteria femorale a livello del piatto della coscia, permette di valutare la frequenza cardiaca, che si può misurare anche appoggiando una mano sul torace all’altezza del cuore (dietro l’ascella sinistra). La misurazione dei parametri vitali va sempre fatta, in condizioni normali, con il cane a riposo. Il battito cardiaco del cane può variare per cause fisiologiche: nei cani sportivi i battiti sono più bassi, nei cuccioli sono più alti. Anche la frequenza respiratoria varia con l’età: nei cuccioli è più alta (18-20 atti per minuto) rispetto ai cani anziani (14-16 atti per minuto). La valutazione va fatta osservando i movimenti di torace e addome durante la respirazione, con il cane possibilmente non contenuto. È necessario osservare il cane sia di lato che da dietro, guardando in particolare la fossa del fianco e l’emitorace. 

I caratteri di respiro del cane

Il respiro del cane ha dei “caratteri”, che sono: 

  • Tipo: nel cane normale, è costo-addominale.
  • Frequenza: indica gli atti respiratori al minuto.
  • Ampiezza: indica l’espansione toraco-addominale durante l’atto respiratorio.
  • Ritmo: è il regolare succedersi degli atti respiratori nell’unità di tempo e sta a indicare anche la regolare durata della fase inspiratoria ed espiratoria.

Alterazioni di uno o più caratteri del respiro possono essere un indice di patologia. Esistono termini per indicare le alterazioni dei caratteri del respiro, che è utile conoscere. Per quanto riguarda, ad esempio, la frequenza respiratoria, le alterazioni sono: tachipnea (aumento), bradipnea (rallentamento), apnea (assenza), dispnea (respiro difficoltoso). 

Sapere come misurare il battito cardiaco del cane e gli altri suoi parametri vitali è fondamentale per agire tempestivamente sull’animale in caso di emergenza. Una volta misurati e accertata la presenza di un problema, occorre immediatamente contattare il proprio medico veterinario. A tal proposito, è bene consegnargli anche la cartella clinica costantemente aggiornata, in modo da aiutarlo ad avere il quadro completo del cane. 

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: