Una nuova famiglia per l’”unicorno” nei gatti

Redazione | martedì 21 giugno, 2022

Un bellissimo esemplare maschio dal raro manto tartarugato è stato recuperato e dato in adozione dall’associazione animalista The Animal Foundation di Las Vegas.

Comet ha trovato casa. Dopo essere stato rimesso in sesto dai volontari dell’associazione The Animal Foundation di Las Vegas, specializzata nel soccorso e nel recupero di animali in difficoltà, ha immediatamente incontrato una famiglia disposta a prendersi cura di lui. E del resto stiamo parlando di un cucciolo di gatto tartarugato, termine che deriva dal vocabolo inglese tortoiseshell e viene utilizzato per indicare i felini in cui il pelo è colorato a chiazze arancioni, crema, cioccolato, nere, striate e bianche. Sfumature che così disposte sono quasi esclusivo appannaggio delle femmine. Ma Comet è un esemplare maschio, circostanza che lo rende rarissimo. Solo un gatto con queste caratteristiche cromatiche, di per sé già piuttosto rare, su 3000 è, infatti, di genere maschile. «Conosciamo veterinari che hanno lavorato decenni senza mai essere entrati in contatto con un micio come Comet», hanno spiegato i responsabili di The Animal Foundation, «e alla luce della rarità non è difficile spiegare perché siano soprannominati gatti “unicorni”». Questo succede perché di norma sono necessari due cromosomi X per produrre il motivo tartaruga nero e marrone che identifica questi felini. E solo in rarissime eccezioni può capitare che un gatto maschio abbia un cromosoma X in più, circostanza che gli permette di assumere questa colorazione. Trasformandolo in un gatto più unico che raro.

Copyright © 2022 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags:
Potrebbe interessarti anche