Sul Pirellone nascono due nuovi falchi pellegrini

Alessio Pagani | lunedì 11 aprile, 2022

Schiuse le prime due uova di Giò e Giulia, la coppia che ha scelto il tetto del grattacielo sede del Consiglio regionale della Lombardia per nidificare. Dal 2017 sono ripresi da una webcam.

Si ripete il miracolo della vita in quota. Sulla sommità di Palazzo Pirelli a Milano, infatti, si sono schiuse le prime due uova di Giò e Giulia, la coppia di falchi pellegrini che ha scelto come propria dimora il sottotetto del grattacielo progettato da Gio Ponti. Nidificano lì dal 2014 e la loro “casa” fu scoperta per caso durante i lavori di manutenzione dei condizionatori. Proprio in mezzo agli impianti, i due falchi avevano scelto di iniziare ad allargare la famiglia. Scelta poi portata avanti con continuità. Così, dal 2017, grazie a una telecamera posizionata in vetta alla sede del Consiglio regionale della Lombardia, è possibile osservare online le loro giornate. Comprese le nuove nascite. Come quella avvenuta all’alba di ieri quando si sono schiuse le prime due uova. Quattro in tutto, quelle deposte nell’arco di nove giorni, dal 3 all’11 marzo, sono state covate dalla femmina per circa un mese e la schiusa era attesa proprio in questi giorni. Evento a cui fatto seguito il saluto, con tanto di “Benvenuti”, postato sui social dal presidente lombardo Attilio Fontana.  Il governatore ha poi ricordato come, dopo il doppio lieto evento, ci siano tutte le premesse per altre nascite. «Quest’anno», ha scritto sempre Fontana, «è stato un record: sono state deposte quattro uova. Ora, attendiamo l’arrivo anche degli altri pulli».

(Foto: @fontanaufficiale)

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: