Sorelline spariscono nel bosco, salve grazie al loro cane

Alessio Pagani | venerdì 2 dicembre, 2022

Il golden retriever di famiglia ha vegliato su di loro e, avvertita la presenza dei soccorritori, li ha attirati nella giusta direzione.

Se sono tornate a casa sane e salve lo devono ad Artemis, il loro golden retriever. È stato lui a protegge le sue sorelline che si erano addentrate troppo nel bosco vicino a casa. Ha vegliato su di loro fino all’arrivo dei soccorsi, attirati dai suoi abbai. E anche allora non ha smesso di prendersi cura di loro, evitando di fare avvicinare chiunque. Fino a quando non è stato abbastanza sicuro che ogni pericolo fosse cessato.  

Artemis, un golden retriever di Folsom, in Louisiana, è riuscito così a riunire la sua famiglia dopo che le due bambine si erano perse. Tutto è successo nei giorni scorsi quando Abigail e Cecilia Bourg, di 7 e 4 anni, si sono addentrate nei boschi. Finendo poi per perdersi. Da qui l’allarme dei genitori e l’avvio delle ricerche, durate in tutto 4 ore. E culminate solo grazie all’intervento deciso del cane. «Quando li hanno trovati», hanno raccontato i genitori, «Abigail era sdraiata sopra Artemis tenendogli il colletto e si rannicchiava con lui, e Cecilia era sdraiata con la testa sullo stomaco di Abigail. Erano dentro a una specie di trincea».  

Con il buio alle porte, così, è stato il cane a fare la differenza. «Grazie a lui le nostre figlie sono vive», hanno raccontato Mary e Justin Bourg. «L’elicottero ha prima avvistato dei movimenti e ha inviato una squadra di ricerca nella loro direzione. E poi Artemis ha sentito la gente arrivare e ha iniziato ad abbaiare rendendo molto più facile farsi trovare. All’inizio ha anche ringhiato alla polizia perché stava proteggendo le nostre bambine». Poi, capita l’assenza di ogni pericolo, ha lasciato che i soccorritori completassero il loro lavoro. Rendendo possibile questo lieto fine.  

(Foto d’apertura: Mary C Bourg)

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags:
Potrebbe interessarti anche