Roma, presto il primo ospedale veterinario pubblico d’Italia  

Alessio Pagani | giovedì 24 novembre, 2022

Sarà dotato anche di pronto soccorso. L’intervento rientra nel progetto che porterà alla completa riqualificazione e all'ampliamento del canile comunale. Prevista anche un'area da utilizzare in caso di isolamento di animali con malattie trasmissibili.

Roma avrà il suo primo ospedale veterinario pubblico. La Giunta capitolina ha avviato il percorso che porterà alla completa riqualificazione e all’ampliamento del canile comunale di Muratella. Grazie a uno stanziamento complessivo che supera i 6 milioni di euro, infatti, prenderanno il via una serie di lavori di riqualificazione di quello che attualmente è un rifugio che sarà completamente ristrutturato. Al termine dei lavori, come ha sottolineato il sindaco Roberto Gualtieri, «ci sarà una struttura unica in Italia che consentirà l’accesso gratuito ai servizi di cura per gli animali. Un impegno importante che avevamo preso con la città e che, con il via libera al progetto di fattibilità tecnica ed economica, comincia a concretizzarsi». 

Il nuovo servizio, che occuperà spazi attualmente non utilizzati, «prevederà un pronto soccorso attivo ventiquattro ore su ventiquattro, strumenti diagnostici all’avanguardia, laboratori di analisi, sala gessi, due sale operatorie, un locale per la degenza post-chirurgica e per la terapia intensiva». È in programma, inoltre, un’area da utilizzare in caso di necessario isolamento di cani con malattie trasmissibili.  

L’ospedale, nel suo complesso, potrà contare su 670 metri quadrati di spazi. «Una struttura unica in Italia che offrirà servizi di cura anche a un’utenza a basso reddito che non può accedere all’assistenza privata», ha confermato l’assessore all’ambiente Sabrina Alfonsi. «Un piano che è il frutto di un processo condiviso con la rete delle Associazioni di volontariato che operano nei canili comunali delle quali abbiamo accolto molte utili indicazioni e che proseguirà anche nella fase di redazione del progetto esecutivo». 

(Foto: IPA)

Copyright © 2022 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags:
Potrebbe interessarti anche