Quante formiche ci sono al mondo? 20 quadrilioni!

Alessio Pagani | martedì 25 ottobre, 2022

Il calcolo sembrerebbe impossibile. Invece un team di biologi ha stimato il numero esaminando 500 studi e combinandoli in un database. Ai tropici la più alta densità. Per gli scienziati: «Hanno una grande influenza sul ciclo dei nutrienti e un ruolo decisivo nella distribuzione dei semi delle piante».

In tutto il mondo ci sono ben 20 quadrilioni di formiche, che riescono a spostare fino a «13 tonnellate di massa di suolo per ettaro», e questo in un solo anno. L’incredibile “calcolo” è di un team di biologi dell’Università di Hong Kong, che hanno esaminato 500 studi su questi insetti, combinandoli in un database. Così è emerso, per esempio, che sono i tropici la “casa” preferita delle formiche: lì, infatti, se ne registra la più alta densità, anche se questi operosi insetti «sono in grado di colonizzare ogni habitat». Sabine Nooten, autrice principale dello studio e recentemente trasferitasi da Hong Kong a Würzburg, in Germania, chiarisce: «Secondo le nostre stime, la popolazione globale di formiche è 20 x 10 alla potenza di 15, cioè 20 quadrilioni di esemplari. Per darvi un’idea del numero, si tratta di  20 seguito da ben 15 zeri, numero che è difficile da leggere e anche da comprendere nella sua portata».  

Di sicuro sono tantissime, e questi calcoli matematici si traducono nella valutazione della grande influenza che hanno le formiche sul mantenimento del ciclo dei nutrienti e il «ruolo decisivo nella distribuzione dei semi delle piante». Proprio la quantità enorme di questi insetti presente sul globo, unita alla potenza cinetica nel movimentare i terreni, li rendono molto importanti nel ciclo vitale del pianeta. Così se da un lato le specie invasive, come ad esempio le formiche di fuoco, possono avere un impatto negativo sulla biodiversità locale e causare danni considerevoli, molte altre contribuiscono alla diffusione di nutrimenti e al rimescolamento del terreno.  

Gli studi futuri, hanno fatto sapere i ricercatori, «dovrebbero concentrarsi su quali fattori ambientali influenzano specificamente la distribuzione delle formiche e in che misura questo varierà, soprattutto a causa del cambiamento climatico». E magari affinare i calcoli sui numeri. «Ci sono ancora lacune nelle nostre conoscenze, perché la maggior parte dei conteggi delle formiche è stata condotta sul terreno, piuttosto che sugli alberi e sottoterra», hanno concluso gli scienziati impegnati nello studio, «e anche le statistiche dell’Africa e dell’Asia settentrionale sono limitate: ci sono 15.700 specie e sotto specie conosciute di formiche. Quindi il loro numero è quasi sicuramente superiore a quello che siamo riusciti a calcolare».  

(Foto d’apertura: @nemo_._nemo)

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags:
Potrebbe interessarti anche