Omar e Kefir, sfida tra supergatti  

Alessio Pagani | mercoledì 20 aprile, 2022

Entrambi Maine Coon si contendono il primato del micio più grosso al mondo. Il primo con i suoi 14 chili è attualmente il detentore del titolo, il secondo lo segue da vicino. Ma vista la giovane età può crescere ancora.   

Sarà lotta all’ultimo grammo. Non ora, perché uno è soltanto un promettente cucciolo in crescita e l’altro il dententore del titolo di gatto più grande del mondo. Eppure c’è già chi intravede all’orizzonte una sorta di passaggio di testimone. Loro sono Omar, supermicione fulvo di quasi 9 anni, e Kefir, candido gattone di 2. In comune hanno la straordinaria mole, 14 chilogrammi il campione, quasi 13 lo sfidante, e la razza, una delle più antiche del Nord America: sono due Maine Coon. Autentici fenomeni di dimensioni non comuni, prendono il nome dallo Stato del Maine e da “raccoon”, ovvero “orsetto lavatore” in inglese, per via della coda molto simile a quella di un procione e per alcune leggende che ne circondano l’origine. La più diffusa all’inizio del secolo narrava, infatti, che, complici le orecchie grandi e pelose con tanto di ciuffi, e la coda grossa e inanellata, il Maine Coon fosse il risultato di un incrocio tra una lince e un orsetto lavatore. Ipotesi ovviamente assurda, che ha però contribuito ad alimentare il fascino di questi imponenti felini diventati, oggigiorno, tra i più apprezzati da chi desidera un gatto importante.  

Proprio come Omar, dal 2017 in vetta alle classifiche dei felini domestici più grandi con i suoi 120 centimetri di lunghezza e 14 chili di massa corporea, qualità che lo hanno reso famoso insieme con la sua proprietaria, Stephy Hirst. Che, quando l’ha adottato nel 2013, a Melbourne, in Australia, racconta, «non potevo certo immaginare che quel cucciolo sarebbe diventato così grande, e nemmeno che sarebbe diventato un fenomeno del web, e invece a un anno dalla nascita Omar pesava già più di 10 chili e continuava a crescere». La sua dieta è fatta di due mestoli di crocchette al mattino e carne di canguro cruda per cena e molta attività fisica in giardino. Anche perché con Kefir pronto a mettere in discussione il suo primato, non si possono certo dormire sonni tranquilli. Il contendente è russo, come la sua padrona Yuliya Minina, e ha fatto parlare di sé recentemente. Quando, sempre grazie al web, la sua mole è balzata sotto i riflettori: quasi 13 e solo 2 anni vita. Il che vuol dire che crescerà ancora. E non poco. «Per la razza Maine Coon è normale crescere fino ai 3 anni di età. E lui è già davvero di grosse dimensioni», evidenzia la padrona. «È divertente vedere la reazione delle persone quando lo incontrano: molti pensano sia un cane». Yuliya, che ha adottato Kefir da un allevamento specializzato,  è molto attenta alla sua alimentazione. Niente mangimi industriali, ma «solo carne e cibi naturali visto che è un felino davvero viziato». Sarà il futuro a decidere chi tra i due prevarrà in peso e grandezza. Lo scontro tra titani, per così dire, è solo all’inizio.   

(FOTO: @omar_mainecoon; @yuliyamnn)

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags: