Non capita solo a noi: anche i ragni sognano 

Alessio Pagani | giovedì 22 settembre, 2022

Alcuni aracnidi sembrano attraversare nel sonno una vera e propria fase Rem. E hanno un sonno profondo caratterizzato da movimenti oculari rapidi e involontari e da fluttuazioni dell'attività cerebrale e muscolare.

Non siamo gli unici a sognare. E non lo fanno nemmeno solo i mammiferi. Persino i ragni sognano, infatti, quando riposano attraversano la fase Rem, ovvero la “Rapid eye movement”, che è un intervallo di sonno profondo caratterizzato da movimenti oculari rapidi e involontari e da fluttuazioni dell’attività cerebrale e muscolare. In particolare, i ragni saltatori hanno contrazioni simili alle nostre con associata attività onirica. È quanto rileva uno studio della Harvard University, pubblicato sulla rivista PNAS e arrivato a questa conclusione grazie anche a una serie di riprese video.  Solitamente, infatti, gli studi sui sogni si fanno monitorando, con macchinari appositi, il sonno di un soggetto. Circostanza che sarebbe impossibile con gli aracnidi viste le loro ridotte dimensioni. I ragni saltatori, però, hanno una particolarità: da giovani il loro corpo non ha ancora sviluppato il pigmento che dà il colore, per cui sono sostanzialmente trasparenti. Così, filmandoli in alta risoluzione, è stato possibile analizzare cosa stava succedendo nel loro corpo mentre riposavano.

È emerso che mentre dormono questi animali agitano i tubi retinici con movimenti rapidi e improvvisi, che si accompagnano sempre ad analoghe contrazioni delle zampe. È lo stesso meccanismo che regola la fase Rem nei vertebrati, e quindi anche in noi umani: quando sogniamo muoviamo rapidamente gli occhi sotto le palpebre chiuse e facciamo piccoli e rapidi movimenti con il corpo. Non è ovviamente possibile capire cosa sognino i ragni, ma il fatto che i loro movimenti notturni siano molto simili ai nostri è un chiaro segnale del fatto che nonostante le differenze esiste un comune denominatore per il sonno. 

(Foto d’apertura: @spiderwanra)

Copyright © 2022 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags:
Potrebbe interessarti anche