L’otocione Moa trova casa in Normandia 

Alessio Pagani | sabato 3 settembre, 2022

L’animale trasferito dal parco Le Cornelle di Valbrembo allo zoo Boissiere, in Francia. Lì si spera formerà una famiglia con un giovane maschio della stessa specie.

Ha lasciato il parco Le Cornelle di Valbrembo, in provincia di Bergamo, diretto in Francia. Dove è arrivato, nei giorni scorsi, e ha già iniziato ad ambientarsi. Lì, allo zoo di Boissiere, in Normandia, la giovane otocione Moa, nata nel Parco orobico lo scorso dicembre, formerà una nuova coppia con un maschio ospitato nella struttura. Un traguardo importante che, spiegano da Le Cornelle, «ripaga l’instancabile lavoro svolto ogni giorno dal personale dei giardini zoologici al fine di conservare quante più specie animali possibili». Si tratta, infatti, di un piano unico in Italia dedicato alla specie degli otocioni, frutto dell’eccellente collaborazione tra direttori, medici veterinari e custodi che ogni giorno lavorano con passione, custodendo in ambiente controllato popolazioni valide per essere reintrodotte in natura, al fine di raggiungere uno dei principali obiettivi dei giardini zoologici moderni: la conservazione delle specie animali.

L’otocione, detto anche volpe dalle orecchie di pipistrello, è una piccola volpe indigena dell’Africa subsahariana. Si tratta di una specie ghiotta di insetti e aracnidi, in particolare di termiti, formiche, scorpioni e ragni che individua proprio grazie alle enormi orecchie paraboliche e all’udito sopraffino, che permettono loro di setacciare il terreno con minuzia.  

(Foto d’apertura: Parco Faunistico Le Cornelle)

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags:
Potrebbe interessarti anche