Linosa, schiuse le prime uova di Caretta caretta

Alessio Pagani | lunedì 25 luglio, 2022

Già emerse dalla sabbia più di 50 tartarughine. Qui l’incubazione è ridotta per le alte temperature raggiunte dalla sabbia e la maggior parte dei piccoli sono di sesso femminile.

Si sono schiuse le prime uova di Caretta caretta in Italia. È in corso a Linosa, nell’arcipelago siciliano delle Pelagie, l’emersione dalla sabbia delle piccole tartarughe del nido deposto il 4 Giugno. Fino a ora ne sono nate 50, ma nelle prossime ore potrebbero arrivarne delle altre. L’isola si conferma così apripista della stagione delle nascite. Lì, infatti, il periodo di incubazione è ridotto per via delle alte temperature che raggiunge la sabbia e inoltre, per lo stesso motivo, la maggior parte delle tartarughe nate sono di sesso femminile. Il periodo di tempo compreso tra la deposizione delle uova e la loro schiusa, infatti, varia nelle diverse aree di nidificazione tra i 40 e i 90 giorni. Quest’anno, al lido di Pozzolana di Ponente, sono trascorsi circa 49 giorni.

La determinazione del sesso dei piccoli, poi, avviene per via fenotipica e non genotipica ed è direttamente influenzata proprio dalla temperatura dell’arenile. A una soglia di circa 29 gradi, nascono un numero uguale di maschi e femmine. A temperature maggiori verranno al mondo quasi solo piccole di sesso femminile, a temperature minori tartarughine di sesso maschile. Ecco così che da Linosa prenderanno il largo un discreto numero di tartarughe femmine. Sempre sotto l’occhio vigile del personale dell’Area Marina Protetta delle Isole Pelagie.

(Foto: Area Marina Protetta Isole Pelagie)

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags:
Potrebbe interessarti anche