Lega le tartarughe e le annega. Allarme serial killer in Puglia

Alessio Pagani | sabato 21 gennaio, 2023

I volontari del centro di recupero tartarughe marine del WWF di Molfetta lanciano l'ennesimo allarme: «Una strage assurda che va fermata».

Una morte orribile. Che ha già toccato almeno quattro tartarughe marine Caretta caretta. Animali protetti, uccisi senza pietà nelle acque antistanti la zona di Barletta. In azione sembra esserci un killer seriale di animali. È quando denunciano i volontari del centro di recupero tartarughe marine di Molfetta lanciando l’ennesimo messaggio di allarme: «Teniamo gli occhi aperti e rinnoviamo l’appello a non abbassare la guardia».  

«Nei giorni scorsi», hanno fatto sapere con una nota, «la Capitaneria di Porto di Barletta ha rinvenuto altre due tartarughe vittime del mostro efferato che lega queste creature indifese a massi per farle affondare e ucciderle annegate. Le due Caretta caretta sono state legate alle pinne tra di loro: la più piccola delle due, dimenandosi nel tentativo di liberarsi dal cappio, si è autoamputata una pinna». Ma questo non è bastato. «Purtroppo, essendole state bloccate entrambe le pinne, è rimasta comunque legata al macigno ed è annegata lo stesso. Al momento le morti accertate sono 4; i sospetti si concentrano verso i pescatori che operano nel mare antistante il porto e la città di Barletta, tra di loro si nasconderebbe il killer seriale. Dopo la denuncia, i controlli e le verifiche da parte di Capitaneria di Porto e Guardia di Finanza saranno sempre più approfonditi».

Anche perché simili comportamenti non si possono tollerare. «Rinnoviamo l’appello a chiunque di non voltarsi dall’altra parte in caso di contatto con soggetti e/o attività sospette», aggiungono dal Centro. «Dobbiamo tenere gli occhi aperti per fare squadra con le segnalazioni e insieme mettere fine a questa macabra storia criminale. Da parte nostra promettiamo di fare tutto ciò che ci è possibile per fermare il mostro che ammazza le tartarughe». 

(Foto d’apertura: Centro Recupero Tartarughe Marine WWF Molfetta)

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags:
Potrebbe interessarti anche