Lampedusa e Sardegna, boom di nidi di Caretta caretta

Alessio Pagani | venerdì 15 luglio, 2022

Tre nidiate sono state segnalate all’Isola dei Conigli mentre anche sul lido di Orrì a Tortolì, in Ogliastra, è stata registrata la prima deposizione di uova in Sardegna di questo 2022

L’Isola dei Conigli piace alle Caretta caretta. Per la terza volta durante la stagione 2022 un’esemplare di questa specie di tartaruga marina ha nidificato sulla sua spiaggia. Ad accertare la presenza del nido è stato il personale della Riserva Naturale Isola di Lampedusa, gestita da Legambiente Sicilia. Così tutta l’area di deposizione delle uova è stata opportunamente messa in sicurezza da volontari specializzati che hanno recintato e segnalato il nido per proteggerlo sino alla schiusa, prevista tra circa 2 mesi. A oggi sull’isola sono tre i nidi in incubazione: due sulla spiaggia dei Conigli, uno al lido della Guitgia. «Queste azioni di protezione rientrano nel programma di monitoraggio della riproduzione della tartaruga a Lampedusa», si legge in una nota diffusa da Legambiente, che rimarca come questo sia proprio il periodo di deposizione delle uova per Caretta caretta.

Lo dimostrano le segnalazioni arrivate, in queste ultime ore, sia dal Lazio (a Fondi, in provincia di Latina), sia dalla Puglia (a Torre San Giovanni di Ugento Marina, in provincia di Lecce). Nidi anche in Sardegna. Con un sito di deposizione scoperto, recentemente, al lido di Orrì a Tortolì, in Ogliastra: il primo di Caretta caretta del 2022 sulla grande isola. Lo annuncia il Cres, il Centro di Recupero animali selvatici dell’area marina del Sinis, che sta monitorando la situazione delle 73 uova deposte durante una mareggiata e in pieno giorno dalla tartaruga, davanti agli occhi di alcuni turisti tedeschi, a meno di 5 metri dalla battigia. Proprio per la vicinanza al mare si è così deciso «di traslocare il nido in una zona più sicura, a quasi 20 metri di distanza dalla riva, poco distante dal punto originale». E lì le uova saranno costantemente monitorate per garantire che la schiusa avvenga senza problemi.

(Foto: Riserva Naturale Isola di Lampedusa)

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags:
Potrebbe interessarti anche