La polizia sorveglia i lamantini in amore 

Alessio Pagani | giovedì 25 agosto, 2022

Gli agenti della Florida controllano che nessuno disturbi gli accoppiamenti di questi placidi mammiferi marini.

Sono una tra le specie più minacciate dal cambiamento climatico che nell’area della Florida li ha decimati. A lanciare l’allarme per la strage dei mammiferi che sta avvenendo nell’Indian River Lagoon è la Florida Fish and Wildlife Conservation Commission (FWC). Sono quasi mille gli esemplari morti dall’inizio dell’anno a causa della proliferazione delle alghe e dei contaminanti (azoto e fosforo), che uccidono pesci, uccelli e le fanerogame, la pianta acquatiche che rappresentano il principale alimento per i lamantini. Ecco perché, in questa stagione di accoppiamenti, si lavora perché nessuno li disturbi. Con tanto di polizia impegnata a garantire loro privacy e tranquillità. «Se vedi un branco di lamantini che si accoppia, osserva rispettosamente da lontano», ha fatto sapere il dipartimento di polizia di Sarasota, aggiungendo di «non avvicinarsi agli animali per non interferire con loro». Già provati da una vera e propria carestia, infatti, in un momento tanto delicato questi animali meritano solo pace e rispetto. Conosciuti anche come mucche di mare, arrivano a pesare 600 chilogrammi per 4.5 m di lunghezza. Il loro pelo scuro alla nascita, assume, con l’età adulta, una tonalità grigia. La pelle appare rugosa e sul viso è evidente la presenza di baffi, importanti ausili nella ricerca di cibo. I lamantini sono erbivori e si nutrono di alghe, arrivando a divorare fino a 60 chili di vegetali al giorno. Quelli che però da mesi hanno iniziato a scarseggiare, causando vere e proprie morie. Cosi, negli ambienti dove il cibo scarseggia, vengono introdotte ogni giorno grandi quantità di lattuga, sfruttando modalità di distribuzione che non rendano i lamantini dipendenti dall’uomo. E ora si spera che la stagione riproduttiva, grazie anche ai controlli capillari delle forze dell’ordine, prosegua senza intoppi.

(Foto: Sarasota Police Department)

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags:
Potrebbe interessarti anche