James Spratt, l’uomo che ha inventato le crocchette per cani e gatti

Alessio Pagani | sabato 3 dicembre, 2022

Era un elettricista e di mestiere faceva il venditore di parafulmini dello Stato americano dell’Ohio. L’intuizione gli arrivò sul molo di Liverpool dopo aver visto alcuni quattrozampe contendersi delle gallette.

Tutto, come quasi sempre accade per le storie più fortunata, ebbe origine per un caso. Dall’immagine di alcuni cani che si contendevano delle gallette dure, del tipo di quelle fornite ai soldati e ai marinai. Era il 1860. E se fino ad allora, per migliaia di anni, gli animali domestici erano stati nutriti per lo più con avanzi dello stesso cibo degli umani, senza dimenticare che spesso dovevano procurarsi il cibo da soli, in quella data iniziò il cambiamento. Spratt, infatti, si interrogò per primo sul problema dell’alimentazione degli animali domestici e sviluppò la Meat Fibrine Dog Cake, un preparato simile a un biscotto di barbabietola rossa, verdure, cereali e manzo di scarsa qualità, che diceva, «era in grado di soddisfare tutte le esigenze nutrizionali dei cani». Da lì ebbe inizio una vera e proprio rivoluzione che, anno dopo anno, contribuì a cambiare la visione che le persone avevano dei propri animali domestici. Non più solo figure utili, ma esseri da poter apprezzare anche dal punto di vista affettivo. Intanto, dopo aver pensato ai cani, l’imprenditore dell’Ohio si occupò anche dei gatti, vendendo alimenti specializzati, propagandati quasi fossero elisir.

Da allora, è cominciato quel processo vorticoso che ha portato allo sviluppo dell’attuale petfood industry. Senza la Meat Fibrine Dog Cake di Spratt, oggi, non avremmo le odierne crocchette e tutta quella serie di alimenti che possiamo offrire in sicurezza al nostro quattro zampe. È stato però dopo la II Guerra Mondiale che le vendite di cibi secchi registrarono una vera e propria impennata. Anche se allora i fattori preponderanti non erano certo la qualità ma piuttosto la convenienza e la praticità. Solo dagli Anni 80, infatti, è subentrata l’attenzione al benessere e alla salute dei pet. Anche se, tutto, è iniziato da quel molo del porto Liverpool.

(Foto d’apertura: IPA)

Copyright © 2023 – Tutti i diritti riservati

Condividi:
Tags:
Potrebbe interessarti anche